Vitamine del gruppo B, quando integrarle e come

Le vitamine del gruppo B sono essenziali per tutto quel che riguarda la mente,in particolare la memoria e il tono dell'umore.

close up of food ingredients in letter b shape

Le vitamine B aiutano nella riduzione dell'emicrania, come la riboflavina, alleviano la sindrome depressiva, sollevano il tono dell'umore e aumentano l'energia.

Agiscono come una sorta di squadra di sostanze nutritive che contribuiscono al benessere dell'organismo.
Alcune aiutano nel metabolismo degli zuccheri e quindi nella perdita di peso, altre contribuiscono a favorire la produzione di serotonina, l'ormone del buonumore.

La carenza di vitamine del gruppo B viene accertata attraverso le analisi del sangue, ma la sintomatologia alla base della carenza varia a seconda del tipo di vitamina B che risulta insufficiente.

Di solito i sintomi vanno dalla confusione, stanchezza, anemia o difese immunitarie basse alle eruzioni cutanee.
Spesso si è carenti di acido folico, vitamina B12 e B6 e per questo motivo possono essere utili supplementi integrativi o assumere queste vitamine attraverso l'alimentazione.

Bisogna quindi portare in tavola verdure a foglia verde scuro, proteine di origine animale e cereali integrali per farne scorta. Quindi salmone selvaggio, riso integrale, spinaci, fagioli neri, farina integrale.

Se si assumono integratori per ottenere benefici occorre che l'integratore in questione contenga tutte 11 le vitamine del gruppo B e assumerlo a stomaco pieno di prima mattina. Se assunto a stomaco vuoto e di sera può portare infatti insonnia e nausea.

Bisogna inoltre tener presente che alcuni farmaci interferiscono con l'azione delle vitamine B e che una dieta ricca di carboidrati finisce per bruciarne più facilmente le scorte.
Anche l'assunzione di alcol interferisce bruciando le vitamine B.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail