Come funziona la pillola anticoncezionale?

Tutto quello che c'è da sapere sul contraccettivo preferito dalle donne, la pillola anticoncezionale.

come funziona la pillola anticoncezionale

Una stima complessiva parla chiaro: la pillola anticoncezionale è fuori di dubbio il contraccettivo più utilizzato dalle donne di tutto il mondo per prevenire gravidanze indesiderate, ma anche per curare disturbi legati all'apparato riproduttivo e alla corretta ovulazione, come le mestruazioni dolorose. Ciononostante vale la pena chiarire una domanda che spesso assilla le fanciulle più giovani e alle prime esperienze sessuali: come funziona la pillola anticoncezionale?

Nata nel 1960, la pillola anticoncezionale si è evoluta nel corso del tempo: in commercio esistono tipologie differenti di pillole, sia di tipo combinato (progestinico ed estrogeno) oppure di tipo unico (solo progestinico)

Il funzionamento della pillola è legato all'inibizione della sintesi di due ormoni, le gonadotropine FSH e LH che vengono prodotte dall'ipofisi. La pillola contiene ormoni che impediscono l’ovulazione, e cioè il rilascio dell’ovulo da parte delle ovaie, e inoltre il muco cervicale diventa più spesso, il che rende più difficile allo sperma l’ingresso nell’utero. Inoltre le pareti dell'endometrio, la mucosa che ricopre l'utero, si assottigliano: in questo modo l'ovulo trova un terreno meno fertile, è proprio il caso di dirlo, per attecchire e dare il via ad una gravidanza.

Solitamente la posologia della pillola anticoncezionale prevede l'assunzione di un confetto al giorno, a partire dal primo giorno di flusso per la durata di 21 giorni, praticamente tre settimane. Segue una pausa di sette giorni, durante la quale si ha il flusso, poi si ricomincia con una nuova confezione seguendo sempre lo stesso schema.

Più si è regolari nell'assunzione meno si ha il rischio di sbagliare, soprattutto per quanto riguarda le pillole di solo progestinico, che sono considerate minipillole in quanto a basso dosaggio ormonale: la precisione di assumerla sempre allo stesso orario aiuta a ricordare meglio quando prenderla, senza dimenticarla ed esporsi perciò al rischio che la copertura ormonale non funzioni. Quando la si vuole interrompere, ad esempio se si decide di pianificare una gravidanza o se si presentano problemi di salute, si può scegliere di terminare la scatola oppure di smettere durante l'assunzione.

La pillola anticoncezionale ha una efficacia davvero alta, pari al 99% quando assunta in modo corretto, ed è comunque il contraccettivo più indicato per le ragazze più giovani. Vale la pena comunque ricordare che la pillola non protegge dalle malattie sessualmente trasmesse, ma evita solo la gravidanza: in caso di sesso occasionale è sempre bene ricordarsi di utilizzare il preservativo, in associazione alla pillola contraccettiva.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail