Metodo Adamski: le regole alimentari

Quali sono le regole alimentari del Metodo Adamski? Scopriamole insieme.

Metodo Adamski: le regole alimentari

Il metodo Adamski per dimagrire è un regime alimentare messo in atto dall'omonimo omeopata francese, che è consigliato per chi soffre di disturbi a carico dell'intestino, della pelle e dei polmoni o semplicemente per chi è in sovrappeso e desiderare perdere i chili in eccesso. Alla base di questo regime dietetico c'è una regola semplice e base: non bisogna mai abbinare a tavola cibi acidi con cibi non acidi.

I cibi considerati acidi dal regime alimentare sono i seguenti:


  • Yogurt

  • Frutta: intesa come frutta cruda, cotta, essiccata, candita

  • Pomodori

  • Peperoni verdi e rossi

  • Peperoncino

  • Zucca

  • Meloni

  • Limoni

  • Agrumi

Tutti gli altri alimenti, invece, sono da considerarsi come cibi non acidi e non devono essere assolutamente essere consumati insieme a quelli sopra citati: quindi sarebbe bene non mangiare la frutta a fine pasto, evitare il pomodoro in ogni sua forma, non condire gli alimenti con il limone ed evitare la marmellata a colazione, a eccezione di quella di castagne, consentita. Non si possono mangiare nemmeno yogurt o succhi di frutta.

Tutti gli alimenti acidi devono essere mangiati lontano dai pasti: andrebbero, dunque, mangiati come spuntino di metà pomeriggio. La frutta non andrebbe mangiata al mattino o di notte, perché indigesta. La frutta può essere mangiata vicino ai pasti solo d'estate, dal momento che i raggi solari rendono la frutta più digeribile dal nostro organismo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail