Alimentazione, con Chef Rubio a Culinaria 2016 il cibo è anche salute

Blogo è stato per voi alla decima edizione della kermesse dedicata alla cucina, dove non si è parlato solo di gusto

Non solo alta cucina: la decima edizione di Culinaria - vi avevamo avvisati - ha avuto fra i suoi protagonisti anche la salute. Fra le personalità salite sul palco del Capitol Club di Roma durante questo fine settimana dedicato al cibo ci sono stati infatti anche esperti di nutrizione che durante lo show cooking di Chef Rubio hanno parlato dei principi di un'alimentazione salutare, invitando tutti a farsi promotori dell'importanza del momento del pasto anche in circostanze delicate come quelle in cui si trovano i bambini che lottano contro il cancro.

Tutto parte dalla storia di Leo, bimbo di 7 anni che ha purtroppo perso la sua battaglia contro un tumore al cervello. Nel suo coraggioso percorso ha incontrato Debora Rasio e Domenica Elia, nutrizioniste, rispettivamente, dell’Azienda Ospedaliera S. Andrea e dell’Ospedale Pediatrico “Bambino Gesù” di Roma. Ed è stata proprio Rasio a spiegare che il piatto preparato da Chef Rubio durante il suo show cooking è una ricetta sapientemente equilibrata con ingredienti che fanno bene alla salute.

E' uno snack che va bene per qualsiasi momento della giornata

ha spiegato Rubio, sottolineando che avere a disposizione un "rancio militare" come quelli attualmente serviti negli ospedali non aiuta chi crede che per affrontare la difficile situazione che si sta vivendo mentre si lotta contro la malattia ci sia bisogno di una forza interiore. Per i bambini ricoverati, che spesso trovano nel momento del pasto l'occasione di trascorrere del tempo con genitori e familiari, offrire la possibilità di un'alimentazione adeguata significa dar loro, fino all'ultimo istante, la possibilità di stare bene insieme ai propri cari.

La ricetta presentata da Rubio a Culinaria è una sorta di finger food. Per la precisione, si tratta di un involtino di amaranto e crema di zucchine racchiuso in una foglia di basilico cinese, arricchito con anacardi, yogurt e uova di salmone.

L'amaranto, ha spiegato Rasio, è un ottimo sostituto per le farine raffinate, che comportandosi in modo disequilibrato all'interno dell'organismo aumentano il rischio di malattie.

Si comportano in modo simile agli zuccheri semplici

ha precisato l'esperta, invitando al consumo di cereali integrali, che invece sono alimenti equilibrati, e di cereali naturalmente poveri di glutine.

Fra gli altri ingredienti amici della salute citati da Rasio sono inclusi le spezie, lo yogurt (fonte di probiotici) e, naturalmente, la frutta e la verdura (ricche di vitamina C). Non da ultima, la nutrizionista ha ricordato anche la frutta secca oleosa, da mangiare per non farsi mancare i suoi preziosi acidi grassi, aggiungendo però un avvertimento: andrebbe consumata rigorosamente non tostata.

Alimentazione e salute: un legame indissolubile anche in malattia

culinaria 2016

Quando ci occupiamo della nostra alimentazione

ha sottolineato Rasio

stiamo prevenendo tutte le malattie insieme.

Il rischio di malattie può infatti essere abbattuto di circa un terzo mangiando bene e garantendosi un'adeguata attività fisica, tanto quanto può essere eliminando evitando di fumare.

Ci sono moltissime patologie influenzate dalla nutrizione

ha confermato Elia, che ha ricordato anche altri aspetti da non trascurare.

L'alimentazione è importante anche in malattia per supportare la crescita

e non solo:

Il cibo deve rimanere un momento di gioia anche nella malattia.

L'esperta ha inoltre ricordato quali sono i cibi più ricchi di sostanze funzionali: cereali, frutta e verdura. Nel caso in cui si stia lottando contro un tumore è invece meglio non eccedere con gli zuccheri.

Un aiuto per la ricerca

Culinaria 2016

Lo show cooking di Chef Rubio è stato anche occasione per parlare del progetto "Vite coraggiose" della Fondazione Bambino Gesù, una campagna mirata a sostenere la ricerca sulle malattie rare.

I tumori dell'infanzia possono ricadere in questa categoria, e il 60% del milione di italiani colpiti da malattie rare corrisponde a bambini che a volte non arrivano ai 5 anni di età.

Sensibilizziamo tutti, per favore, anche le persone che sembrano più aride.

ha concluso Chef Rubio.

Per sapere come fare è possibile visitare la pagina web www.donaora.it. Per scoprire l'aspetto dello snack preparato da Chef Rubio e cos'altro è successo durante questa decima edizione di culinaria potete sfogliare la gallery in apertura di questo post: Blogo era lì per voi.

Foto | @ si.sol.

  • shares
  • Mail