Mente e corpo, anche lo stress può causare flatulenza

Quando pensiamo all’ansia ed ai sintomi che questa può provocare, difficilmente ci viene in mente la flatulenza, ma in realtà si tratta di un problema da non sottovalutare. Ecco quali sono le cause ed alcuni possibili rimedi.

Mente e corpo ansia

Mente e corpo – L’ansia e lo stress possono provocare problemi come quello della flatulenza? Purtroppo la risposta a questa domanda è "si". Oltre ai classici sintomi, come la sensazione di essere molto tesi, nervosi, avere un rapido battito cardiaco, nausea e agitazione, l'ansia potrebbe provocare anche disturbi fisici, come eccessiva formazione di gas nello stomaco, eruttazione e flatulenza. E a loro volta, questi disturbi possono aumentare significativamente la sensazione di ansia percepita dal soggetto. Ma quali saranno le cause di questo strano effetto?

Fra le cause più comuni potrebbe esservi una deglutizione eccessiva di aria, problema che si registra a causa dell’ansia o anche degli attacchi di panico, durante i quali la persona ha maggiori probabilità di soffrire di iperventilazione. Inoltre, l’ansia e lo stress potrebbero causare anche problemi di digestione, e conseguente gonfiore e flatulenza.

Alla luce di ciò, cosa possiamo fare per ridurre i problemi di gas dovuti all’ansia? In primo luogo, è certamente fondamentale comprendere quali sono le cause di ansia e stress, e affrontare il problema alla base, facendosi aiutare - se necessario - da una persona esperta in materia.

Detto questo, per fronteggiare il disturbo del gas allo stomaco, sarà utile trovare un posto in cui vi sentite a vostro agio, e fare del vostro meglio per liberarvi dell’aria in eccesso. Se l’aria è provocata da problemi di digestione, provate inoltre ad assumere alimenti sani con ingredienti che non causano la formazione di gas, ed a mangiare lentamente. Esistono inoltre delle spezie che aiutano a contrastare la formazione di gas intestinali, come il cumino o la curcuma ad esempio. Inoltre, potreste ridurre l’assunzione di carboidrati raffinati (come riso, pasta, patate e pane), per ridurre la formazione di aria nello stomaco.

Mentre per evitare il problema dell'iperventilazione e quello dell'eccessiva deglutizione di aria, rallentate la respirazione. Inspirare quindi lentamente per 5 secondi, trattenete il respiro per pochi secondi, ed espirate lentamente, per circa 7 secondi.

via | CalmClinic


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO