Ragadi al seno, quali sono le cause

Scopriamo quali sono le cause delle ragadi al seno, un disturbo che talvolta compromette la riuscita dell'allattamento al seno.

Le ragadi al seno sono dei taglietti che si presentano intorno al capezzolo e all'areola: è un fenomeno molto comune durante l'allattamento, in particolar modo nelle primipare. Le ragazi si presetano come screpolatura che possono provocare molto fastidio e dolori intensi, soprattutto quando il bambino prende il latte. A volte sono talmente fastidiosi che inducono la neo mamma a interrompere l'allattamento al seno.

Ma quali sono le cause principali della formazione delle ragadi al seno?

Ragadi al seno

  • Le ragadi si possono presentare a causa di una scarsa o non adeguata igiene del seno.

  • Le ragadi, nella maggior parte dei casi, si manifestano perché la neo mamma non attacca in maniera adeguata il bambino al seno.

  • Le ragadi sono più frequenti nelle done che hanno una pelle molto fragile.

  • L'umidità è un'altra causa: il seno deve sempre rimanere asciutto, bisogna asciugare il capezzolo, magari all'aria o lasciando seccare sopra il latte. Esistono anche delle comode coppette assorbenti, da cambiare più volte al giorno.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 19 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

0 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO