Dermatillomania, i sintomi, le cause e come affrontare il problema

La dermatillomania è un disturbo che può interessare molte persone. Ecco quali sono i sintomi, le possibili cause ed il trattamento più indicato.

Dermatillomania Sintomi

La dermatillomania è un disturbo noto anche come “compulsive skin-picking” (CSP). Si tratta di un disordine psicologico che porta il paziente a stuzzicare la pelle, strofinarla, tormentarla e graffiarla, staccare delle crosticine e provocare lesioni, in parti del corpo facilmente raggiungibili, come il viso, le braccia, ma anche la schiena, le gambe e così via. Il problema viene considerato un disturbo patologico nel momento in cui il paziente avverte un impulso irrefrenabile e frequente di tormentare la propria pelle.

Generalmente il soggetto cerca di staccare (con le unghie o anche con oggetti appuntiti e taglienti) delle piccole irregolarità della pelle, ma non sempre si tratta di imperfezioni oggettivamente presenti. Talvolta solo il paziente riesce a “vedere” tali irregolarità. Questo tipo di disturbo può comportare cause che non devono essere sottovalutate, a cominciare dai disagi psicologici che conseguono la costante tendenza a cercare di nascondere le lesioni e le cicatrici. Il soggetto presenterà infatti delle alterazioni cutanee, ecchimosi, sanguinamento, ed in casi gravi, anche dei danni ai tessuti.

Le cause di questo disturbo, che andrà diagnosticato da un medico psicologico esperto, non sono ancora del tutto chiare, ma sono emersi dei fattori che potrebbero innescare questo meccanismo. Alla base di questo problema potrebbe esservi ad esempio un meccanismo di regolazione delle emozioni, o anche un meccanismo di ricompensa (provare una sensazione piacevole in seguito a un episodio dermatillomanico). Se registrano anche possibili cause come un deficit del controllo del comportamento, e una probabile predisposizione familiare e genetica.

Come abbiamo detto, questo disturbo non deve essere sottovalutato, poiché potrebbe avere conseguenze anche gravi per il soggetto che ne soffre. Fortunatamente è possibile affrontare il problema, seguendo una terapia cognitivo-comportamentale volta a raggiungere una maggiore consapevolezza del proprio problema e dei campanelli d'allarme che possono scatenarlo in chi ne soffre. La terapia prevede inoltre l’impiego di una cosiddetta risposta competitiva, un’azione diversa dal pizzicarsi e tormentarsi la pelle, come ad esempio stringere i pugni, intrecciare le dita delle mani e così via. La risposta andrà scelta dal paziente insieme allo psicologo.

Lo specialista potrà inoltre consigliare di ridurre la quantità di tempo trascorso di fronte allo specchio (dove gran parte delle volte avvengono gli episodi di dermatillomania), eliminare oggetti taglienti dalla casa o dalla borsa, mettere in atto delle tecniche di rilassamento, e praticare discipline come lo yoga, lo sport o la Mindfulness.

via | Dermatillomania.it

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail