Menometrorragia, le cause e la cura delle emorragie uterine

Come riconoscere la menometrorragia dai sintomi e come comportarsi per curarla con le terapie migliori.

menometrorragia

La menometrorragia è una patologia a carico dell'apparato riproduttivo femminile: il sintomo principale è una eccessiva perdita di sangue che può essere associata al periodo del ciclo mestruale, oppure anche tra una mestruazione e l'altra. Le emorragie uterine, nome comune della menometrorragia, sono solitamente molto rare e sono una manifestazione legata ad altri tipi di malattie che possono essere di natura ormonale, come semplici squilibri, oppure legate ad altri problemi all'utero come endometriosi, fibromi o tumori.

Tra le cause della menometrorragia bisogna distingue quelle legate a una possibile lesione anatomica, dette cause organiche, e quelle che sono dovute ad un'alterazione del funzionamento delle ovaie per regolare le mestruazioni, dette cause funzionali. Tutti i fibromi, i polipi alla cervice dell'utero, le infiammazioni, i tumori maligni del collo dell’utero sono da considerarsi cause organiche locali; mentre le alterazioni nella coagulazione del sangue, alcuni tipi di intossicazioni da metalli, le malattie cardiache e la lue non diagnosticata sono da ascrivere alle cause funzionali. Tra le conseguenze della menometrorragia, uno dei primi sintomi è sicuramente l'anemia a causa delle perdite numerose e abbondanti.

Per la cura delle emorragie uterine, una volta stabilita la causa primaria che le determina, bisogna innanzitutto rafforzare il sistema immunitario e la circolazione attraverso dosi di ferro e di estratti epatici; se le perdite di sangue sono state copiose, potrebbe anche rendersi necessaria una trasfusione per limitare gli effetti negativi della menometrorragia.

Solitamente si procede anche con una isteroscopia, l'esame che permette di analizzare correttamente lo stato di salute dell'utero femminile, in modo da controllare anche dall'interno quali siano le cause della comparsa delle emorragie: se fossero tumori benigni o maligni, fibromi o endometriosi, potrebbe anche rendersi necessaria una rapida operazione chirurgica all'utero, in modo da eliminare completamente le cause primarie della menometrorragia.

Foto | Flickr
Via | Corriere salute, Humanitas

  • shares
  • Mail