Acluofobia, quando dormire al buio mette paura anche da adulti

L’acluofobia è un problema che può interessare sia i bambini che gli adulti. Ecco di cosa si tratta e come affrontare la situazione.

Acluofobia” è il termine con cui si indica una forte e anormale paura del buio. Tale paura può essere considerata fisiologica nei bambini, ma può manifestarsi anche nelle persone adulte. Generalmente il soggetto che soffre di Acluofobia non ha paura del buio in sé, ma di ciò che nel buio potrebbe nascondersi. Si tratta di un problema che può essere collegato a traumi infantili connessi in qualche modo all’oscurità, e che può comportare sintomi come panico, aumento del battito cardiaco, eccessiva sudorazione, incapacità di dormire bene, momentanea perdita dell’equilibrio mentale (che ci porterà ad avere paure oggettivamente irrazionali), sensazione di terrore, angoscia e difficoltà nel compiere le normali azione quotidiane.

Questa fobia può comprensibilmente influenzare la vostra vita personale e sociale, ed è per questa ragione che il problema va affrontato e risolto in maniera efficace.

Per combattere i sintomi del panico provocati dal buio, potreste ad esempio utilizzare una luce con timer, in modo che la stanza sia al buio solamente dopo che vi sarete addormentati. Un altro espediente potrebbe essere quello di usare una piccola luce da notte, per non rimanere completamente immersi nell’oscurità.

Questi sono ovviamente dei rimedi temporanei, che non risolvono il problema, ma che potrebbero permettervi di dormire più serenamente. Per risolvere efficacemente il problema, il primo passo sarà quello di cercare di comprenderne l’origine.

Se il disturbo è talmente grave da compromettere la qualità della vostra vita, non esitate a rivolgervi ad uno specialista. Non c’è vergogna nel soffrire di questa o di altre fobie. Uno specialista potrà consigliarvi dei rimedi specifici (come ad esempio quello di provare a sedervi in una stanza al buio in una situazione controllata e protetta), aiutandovi a comprendere meglio la vostra paura e a superarla.

L'obiettivo principale dei trattamenti sarà quello di aiutarvi a comprendere che il buio non è pericoloso e che non è sempre legato a situazioni spiacevoli.

via | Phobiasource.com, Ansiarimedi.net

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail