Rosa mosqueta, le proprietà e gli usi in cosmetica

La rosa mosqueta è un tipo di rosa selvatica originaria del sud America, per la precisione del Cile. Dalla rosa mosqueta si estrae un olio dalle preziose proprietà rigeneranti per la pelle.

Basket with pink rose hip flowers and bottles of oil

La rosa mosqueta è un tipo di rosa selvatica originaria del sud America, per la precisione del Cile. Dalla rosa mosqueta si estrae un olio dalle preziose proprietà rigeneranti per la pelle.

Si tratta di un olio ricco di carotenoidi, vitamina A e alte concentrazioni di vitamina C e acidi grassi essenziali (EFA). Queste sostanze fanno sì che l'olio di rosa mosqueta rigeneri e ringiovanisca la pelle. Gli acidi grassi infatti trattengono l'umidità nella pelle e la mantengono elastica.

Gli EFA infatti non vengono prodotti dall'organismo e quindi devono essere assorbiti esternamente attraverso la pelle o consumati. L'olio di rosa mosqueta è facilmente assorbibile, non lascia residui ed è efficacissimo nei casi di pelle secca e pruriginosa causata da una scorretta alimentazione, danni ambientali, allergie della pelle o esposizione a sostanze chimiche.

Da non dimenticare che anche la vitamina C ha proprietà rigeneranti e la vitamina A invece proprietà riparatrici.
Un vero e proprio elisir di giovinezza dunque, usato anche in dermatologia per psoriasi, eczema e rosacea.

Personalmente ho utilizzato l'olio di rosa mosqueta e le creme che lo contengono e ne ho effettivamente constatato l'effetto distensivo sulla pella stanca. Gli unici contro sono il costo elevato e la tendenza ad essere leggermente comedogeno per cui chi ha la pelle grassa o soffre di acne è meglio che ne eviti l'utilizzo.

Di solito l'olio viene applicato direttamente sulla pelle del viso o del corpo per attenuare cicatrici, smagliature e ustioni ed è quindi ingrediente base di molte creme per viso e corpo.

Spesso dopo un intervento chirurgico la pelle che cicatrizza tende a formare cheloidi, diciamo che cicatrizza male in modo antiestetico formando dei rigonfiamenti. Utilizzando l'olio di rosa mosqueta si riesce a prevenire efficacemente la formazione di cheloidi.

L'olio deve essere applicato 3 volte al giorno e massaggiato sulla pelle. Si differenzia da altri oli per la pelle in quanto non agisce superficialmente, ma in profondità con una vera e propria azione riparatrice.

Spesso l'esposizione eccessiva al sole causa ustioni o concentrazioni di melanina tali da causare iperpigmentazione con la formazione di antiestetiche macchie. Bene, l'olio di rosa mosqueta ha dimostrato di attenuare sensibilmente le macchie migliorando il colore e il tono della pelle.

L'olio di rosa mosqueta è quindi un potente idratante, riparatore della pelle e rivitalizzante ed inoltre protegge la pelle dai danni climatici e derivanti dall'inquinamento.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail