Calcoli renali, fare l'amore è terapeutico?

Per espellere più facilmente i calcoli renali evitando l’intervento chirurgico, potrebbe essere importante fare l’amore.

Fare l’amore è terapeutico non solo per lo spirito, ma potrebbe fare bene in caso di calcoli renali? È questa la domanda che si è posto un gruppo di ricercatori, che sta indagando su una terapia per alleviare questo disturbo anche molto doloroso. Mauro Silvani Responsabile della Struttura Complessa di Urologia dell'ASL di Biella ha commentato:

"Il normale approccio terapeutico alla colica renale causata da calcoli di dimensioni inferiori ai 6 millimetri prevede la somministrazione di alfabloccanti, uniti all'assunzione di abbondante acqua, agli antispastici e al suggerimento di camminare, correre, saltellare, compatibilmente con le condizioni di salute del paziente. Se dopo 4 settimane il calcolo non viene espulso per via naturale, diventa indispensabile intervenire chirurgicamente per ridurre il rischio di esclusione funzionale del rene."

È proprio qui che si è pensato al rapporto sessuale: il meccanismo del movimento e l’azione miorilassante favorita dal rilascio delle endorfine potrebbe essere alla base di una più semplice e rapida espulsione dei piccoli calcoli posizionati nel tratto finale dell'uretere.

Via | Ansa

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail