Terapie per l'idrosadenite suppurativa: le cure naturali

L’ idrosadenite suppurativa è una malattia della pelle che colpisce soprattutto le giovani donne, ecco come si può curare.

L’ idrosadenite suppurativa, nota anche come acne inversa o malattia di Verneuil, è una dolorosa infiammazione cutanea che causa l’ occlusione dei pori con infezioni batteriche, che causa ascessi e fistole anche di grande dimensione. È una patologia invalidante e molto imbarazzante, che colpisce soprattutto le giovani donne tra i 20 e i 30 anni in una proporzione di 4 a 1 rispetto agli uomini.

Purtroppo le zone principali in cui si manifesta sono quelle intime, come l’inguine, le ascelle e anche la zona intermammaria. Il principale problema di questa malattia rara è il riconoscimento stesso della malattia: non sempre è così evidente e spesso una mancata diagnosi tempestiva piò avere gravi conseguenze.

Come si cura? Il trattamento dipende dalla gravità della malattia. Si può decidere di affrontare le lesioni, soprattutto se sono piccole e precoci, con antibiotici affinchè l’infezione si arresti quanto prima. Ma possono essere anche indicati prodotti come steroidi sistemici, estrogeni, anti-androgeni, retinoidi sono stati usati nelle forme croniche.

Depressione

In caso di grandi ascessi, i medici prevedono un trattamento chirurgico e il drenaggio dei noduli. In caso di malattia avanzata l'unico trattamento possibile consiste in un'ampia escissione totale delle lesioni suppurative e delle ghiandole apocrine (si asporta un porzione di cute spesso estesa ed è necessario poi un intervento plastico). L’ idrosadenite suppurativa è una malattia ad alto tasso di recidive.

Esistono delle cure naturali? Quando lo stadio è grave bisogna solo affidarsi alla chirurgia, se invece è all’inizio si può prima di tutto correggere l’alimentazione. Cercate di mangiare in modo sano: pochi grassi, pochi alcolici, bevete molta acqua e limitate lo zucchero e il sale.

Bisogna essere molto delicati nelle zone colpite: lavatevi usando un antibatterico, evitate la rasatura, i deodoranti. Utilizzate indumenti larghi in cotone, se volete potete applicare un panno di flanella caldo, da tenere contro le zone colpite e incoraggiare gli ascessi a far drenare il liquido. Un ascesso duro che non ha drenato il pus è più doloroso rispetto a quello il cui pus è stato fatto drenare.

  • shares
  • +1
  • Mail