Osteoporosi, 3 consigli per la prevenzione

L'osteoporosi è un processo di assottigliamento delle ossa che diventano a lungo andare più porose e quindi più a rischio di fratture

Girl with sore foot on gray background

A volte l'osteoporosi è silente, altre si manifesta con uno spostamento delle vertebre che causa mal di schiena. Di solito è una patologia legata all'avanzare dell'età dunque ed alla perdita di tessuto osseo.

Questo processo di solito accelera dai 30 anni in su, la perdità della densità ossea dunque predispone maggiormente a rischio di fratture e questo rischio aumenta dopo i 50 anni.

L'osteoporosi tuttavia, può anche essere messa in correlazione con disturbi ormonali o patologie come il diabete o artrite reumatoide, legate alla perdita di densità ossea.

    Ma come prevenire l'osteoporosi?

    Qualcosa si può fare per lo meno per ritardarne la comparsa, ecco 3 consigli utili:

  1. Condurre uno stile di vita attivo - fare sport regolarmente, anche camminare a passo sostenuto per almeno 30 minuti al giorno rinforza le articolazioni così come eliminare le cattive abitudini, fumo, alimentazione scorretta, stress e, se si assumono farmaci, parlare con il medico per ridurli il più possibile. Alcuni farmaci come per esempio gli antinfiammatori per curare l'asma e i corticosteroidi possono favorire la comparsa di osteoporosi.

    L'attività fisica è importante proprio per prevenire la comparsa dell'osteoporosi, ma non solo attività aerobica come le camminate o la corsa, anche gli esercizi di resistenza sono importanti perchè l'aumento della massa muscolare aiuta a rinforzare le ossa.

    Quindi via libera agli esercizi con i pesi, con l'ausilio delle macchine. Ma allenarsi apporta anche altri vantaggi come il miglioramento della coordinazione e dell'equilibrio con conseguente minor rischio di cadute e questo diventa ancora più importante quando i soggetti sono persone anziane.


  2. Screening periodico - serve per controllare l'eventuale perdita della densità ossea in modo da intervenire tempestivamente anche con farmaci o integratori, se necessario.


  3. Intervenire sulla dieta quotidiana - le ossa per mantenersi forti e sane hanno bisogno di vitamine e minerali come calcio e vitamina D. Portare in tavola quindi latticini a basso contenuto di grassi e verdure a foglia verde come broccoli, cavoli, spinaci, poi tofu, mandorle e soia. Se necessario integrare la dieta con supplementi di vitamina D.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail