Puntura di medusa: quali sono i sintomi e cosa fare

Punture di medusa: quali sono i sintomi? E cosa fare per ridurre il dolore e il bruciore? Ecco i consigli utili per le vostre vacanze!

Le punture di medusa, lo sappiamo bene, sono a dir poco fastidiose. Quella sensazione di forte bruciore, l’infiammazione della parte e l’arrossamento possono davvero rovinare la nostra giornata al mare, ma fortunatamente esistono diversi rimedi (naturali o farmaceutici) che possono alleviare efficacemente il fastidio in breve tempo. Prima di scoprire quali sono questi rimedi però, impariamo a riconoscere una puntura di medusa.

Quando veniamo punti da una medusa avvertiamo immediatamente una sensazione di bruciore piuttosto forte sulla parte interessata. Si manifesteranno inoltre sintomi come arrossamento della parte, formazione di linee rosse, intorpidimento e formicolio. I sintomi della puntura di medusa durano circa 30 minuti, ma è possibile alleviare il fastidio attraverso alcuni efficaci rimedi.

Fra i rimedi per le punture di medusa segnaliamo in primo luogo l’acqua. Evitate di sciacquare la parte con l’acqua dolce, ma preferite invece quella di mare, grazie alla quale potrete eliminare le tossine che non sono ancora penetrate. Dopodiché, evitate di strofinare o grattare la parte, ed applicate una pomata astringente al cloruro d’alluminio con una concentrazione che va dal 3 al 5%.

Evitate anche di urinare sulla parte interessata (pratica che non sembra essere in realtà molto utile), ed evitate anche si applicare delle pomate che contengano cortisone o antistaminici, poiché queste agirebbero entro 30 minuti dall’applicazione, ovvero quando il dolore provocato dalla puntura dovrebbe già essersi alleviato naturalmente.

Fra i rimedi naturali per le punture di medusa segnaliamo anche una miscela di acqua e bicarbonato, da applicare sulla parte, oppure una pomata alla calendula o all’aloe vera. Infine, evitate di esporre ai raggi solari la parte colpita, per evitare che rimanga una macchia o una cicatrice dove siete stati punti.

Se i sintomi non dovessero diminuire entro breve tempo, o se doveste notare difficoltà nella respirazione, nausea, reazione cutanea più diffusa, pallore o sudorazione anomala, rivolgetevi al pronto soccorso o chiamate il 118.

Foto | da Flickr di Brian Sterling, Kate Nevens, Sarah-Rose, Heather Harvey

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail