Ciclo anovulatorio e gravidanza: come fare a restare incinta?

Diventare mamma non è sempre facilissimo, soprattutto se si cerca una gravidanza in presenza di un ciclo anovulatorio.

Perdite marroni invece del ciclo

Il ciclo anovulatorio è la causa più comune di infertilità femminile. In che cosa consiste? Si parla di anovulazione quando si manifesta l'assenza del flusso mestruale in età fertile per un periodo di almeno 3 mesi. Di solito è strettamente correlata all’ irregolarità del ciclo mestruale, intesa come un'imprevedibile variabilità di durata, o quantità del flusso mestruale.

Questo disturbo può anche essere causa di amenorrea secondaria, ovvero cessazione dei periodi mestruali, o di sanguinamento eccessivo. Come si fa a restare incinta? Ovviamente bisogna capire quale sia la patologia all’origine. Dietro il ciclo anovulatorio potrebbero nascondersi situazioni di iperprolattinemia, la comune Sindrome dell'ovaio policistico (PCOS), l’Endometriosi, ma anche Anomalie della tiroide o situazioni di stress, perdita di peso, magari conseguenti ad anoressia, tumori ovarici, ipotalamici e sindrome di cushing.

Potrebbe essere sufficiente l’assunzione di un integratore per regolarizzare il ciclo, magari a base di inositolo e acido folico, e soprattutto cambiare stile di vita: evitare lo stress, mangiare sano e bene. Se la situazione è detta da un tumore, ci vuole un intervento oncologico, in base alla gravità e allo stadio del cancro. In alternativa esistono trattamenti un po’ più complessi, ma molto efficaci, come la stimolazione ovarica. Molto spesso con questo disturbo le donne sono costrette a scegliere la strada della fecondazione in vitro.

Via | My Personal Trainer

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail