Pasta, quale scegliere per perdere peso

pasta.jpg

I carboidrati di solito favoriscono la ritenzione idrica, quelli raffinati in modo particolare sono sconsigliati in quanto ad alto indice glicemico.

Ma allora la pasta si deve del tutto eliminare quando si è a dieta? No se si sceglie quella giusta. Partiamo dal fatto che le porzioni di qualsiasi tipo di carboidrato, pasta compresa, vanno ridotte se si deve perdere peso. Per quanto riguarda il tipo di pasta meglio scegliere quella integrale, a medio/basso indice glicemico e ricca di fibre fondamentali per chi deve perdere peso.

Le fibre inoltre tengono a bada la fame perchè danno un senso di sazietà. Una porzione di spaghetti integrali apporta circa 6 gr di fibre rispetto ai 2,5 gr di una porzione di pasta bianca, in pratica soddisfa circa il 25% del fabbisogno giornaliero di fibre.

In alternativa si pò scegliere di consumare un pugno di riso integrale o dei cereali alternativi come farro, avena, kamut, avendo cura di sceglierli sempre nella versione integrale.

Esistono poi alternative meno conosciute come il grano saraceno e i cosidetti pseudo cereali come la quinoa che vi consiglio di inserire nella dieta in quanto molto proteica e soprattutto versatile. Si può infatti consumare in tanti modi, dolce con l'aggiunta di cannella e miele o in versione primo piatto con un condimento leggero.

E occhio proprio ai condimenti, spesso infatti sono questi che fanno lievitare il bilancio calorico e non la pasta stessa. Condite quindi la vostra pasta o riso con un sugo a base di verdure, tonno o semplice pomodoro e basilico e la linea ci guadagnerà.

Buona norma è inserire la pasta a pranzo ed evitarla la sera in quanto non si ha il tempo per smaltire i carboidrati, cosa che invece avviene più facilmente durante il giorno.

Cautela per chi assume la pillola anticoncezionale, causa ritenzione idrica già di per sè, ritenzione aggravata dal consumo eccessivo di pasta o pane. Quindi riducete le porzioni senza bisogno di eliminarla.

Ma come regolarsi sulle porzioni da consumare?

Considerate che una porzione ideale va da 1/2 a 1 tazza di pasta, fornendo dalle 100 alle 200 calorie. Inoltre cuocete la pasta al dente perchè in questo modo avrà un indice glicemico più basso rispetto ad una pasta cotta più a lungo.

Aggiungete inoltre alla pasta 1 porzione di verdura che non solo aiuterà ad assorbire i grassi, ma vi sazierà maggiormente e se decidete di consumare pasta evitate il consumo del pane per non aumentare le calorie.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail