Le controindicazioni della dieta Dukan che è bene conoscere

controindicazioni della dieta dukan

Problemi ai reni, problemi digestivi, problemi cardiaci. La lista delle controindicazioni della dieta Dukan non si ferma qui, eppure nemmeno di fronte all'elenco dei pericoli per la salute associati al regime alimentare proposto dal dottor Pierre Dukan il dibattito fra i detrattori e i sostenitori riesce a trovare pace.

Se, da un lato, i primi (molti dei quali medici esperti) presentano dati di studi che hanno rilevato gli effetti collaterali della dieta e ragionano sui danni causati sui diversi organi da un'alimentazione che sovraccarica l'organismo di proteine, i secondi rispondono ad ogni accusa con semplici “non è vero”. Ma quali sono, di preciso, le controindicazioni che renderebbero la dieta Dukan pericolosa per la salute?

La più banale fra tutte è il rischio dell'effetto yo-yo. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista medica Obésité, 3 anni dopo aver seguito la dieta l'80% dei “dukaniani” ha dichiarato di aver recuperato i chili persi. Non si tratta, però, solo di dover avere a che fare con la delusione associata al fallimento della dieta: gli esperti, infatti, sostengono che il regime alimentare proposto da Dukan può aumentare il rischio di malattie cardiovascolari, in particolare ipertensione, diabete di tipo 2 e sindrome metabolica. A queste si aggiunge l'aumento dell'incidenza di malattie al fegato, apnee notturne, osteoporosi, stanchezza e sbalzi d'umore, stitichezza e complicazioni renali.

Scendendo nel dettaglio del problema, è il consumo eccessivo di proteine a causare la maggior parte dei problemi. I medici, infatti, raccomandano di assumere circa 0,83 grammi di proteine per chilo di peso al giorno e di non superare mai i 2,2 grammi per chilo al giorno. In due delle fasi della dieta Dukan, invece, si arriva addirittura a 3,5 grammi per chilo al giorno, una quantità che sovraccarica i reni. Inoltre questi organi soffrono anche a causa dell'apporto di sale, superiore rispetto ai 5 grammi al giorno raccomandati dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, che, tra l'altro, porta a carenze di minerali necessari per mantenersi in buona salute. Infine (ma solo per quanto riguarda i reni) in due delle sue fasi la dieta Dukan porta a consumare 2 grammi di calcio al giorno, cioè il doppio della dose consigliata, situazione che aumenta la probabilità di calcoli e coliche renali e riduce la sintesi di vitamina D, aumentando, così, il rischio di osteoporosi.

Passando all'apparato digerente, è il ridotto apporto di fibre, decisamente inferiore rispetto ai 25 grammi al giorno consigliati dai medici (in particolare, 2-3 grammi nelle prime due fasi e 10 grammi nella terza), a causare stitichezza ed altri problemi digestivi. Ridurre gli zuccheri a meno della metà delle dosi necessarie porta, invece, a stanchezza, carenza di energia e sbalzi d'umore.

C'è, poi, una situazione in cui la dieta Dukan sembra essere assolutamente controindicata: la gravidanza. Dukan, in realtà, sostiene che sia possibile seguire il suo regime dietetico anche durante questa delicata fase. Tuttavia Jean-Michel Lecerf, direttore del servizio di nutrizione dell'Institut Pasteur di Lille (Francia), ha definito la dieta Dukan

una dieta da fame per il bébé.

Una ragione sufficiente per scegliere un altro modo per riuscire a non ingrassare più del dovuto durante la gravidanza.

Via | Le Parisien
Foto | Dukan Diet – US on Facebook


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 111 voti.  

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO