Alimentazione anticancro: i consigli del Prof. Berrino

Ormai è confermato, chi mangia male e adotta uno stile di vita scorretto ha più probabilità di ammalarsi di patologie tumorali. Il Prof. Franco Berrino, oncologo dell'Istituto Tunori di Milano, ci spiega perchè questo avviene dandoci preziosi consigli alimentari e definendo il cancro " l'imperatore di tutte le malattie".

In pratica chi è in sovrappeso o presenta livelli di colesterolo alti è più facile incorra in tumori. Gli alimenti che consumiamo quotidianamente spesso contengono sostanze che favoriscono l'insorgenza di queste patologie. Ad esempio le carni trasformate o troppo cotte, i prodotti confezionati con grassi idrogenati, l'eccesso di fritti e intingoli e la sedentarietà, tutti fattori che ci predispongono ad ammalarci di tumore.

Incriminato è lo zucchero in tutte le sue forme che dovrebbe essere consumato nella quantità di massimo 25 gr al giorno e invece finiamo per ingerirlo anche senza accorgercene attraverso i prodotti industriali; merendine, cornetti, focacce, pancarrè e simili costituiscono una miniera di zuccheri che dovrebbero essere consumati il meno possibile per non incorrere in tumori.

Ma il Prof. Berrino ci spiega anche che esistono alimenti di provenienza vegetale che invece contengono preziose sostanze anticancro. Quindi via libera a frutta e verdura e ad una corretta dieta mediterranea.

Ecco le indicazioni del Professore per una corretta alimentazione anti cancro. Facendo un giro al supermercato, come potete vedere nel video all'inizio del post, ci possiamo imbattere in una serie di alimenti da cui dovremmo stare alla larga per non ammalarci. Il Prof. Berrino evidenzia come sia importante concentrare la propria spesa sulla frutta, sulla verdura, sulla frutta secca e sui semi, sul pesce ed evitare farina bianca, pane confezionato, prodotti industriali. Il pane fa aumentare la glicemia e quindi è bene evitarlo o per lo meno consumarne poco, ma integrale al 100%.

alimentazione-anti-cancro.jpg

 

Il riso deve essere consumato integrale e biologico perchè fa molto bene alla salute in quanto rispetto a quello raffinato non è privato dei nutrienti essenziali. Il pane ai semi di lino è favoloso secondo il Prof. Berrino in quanto contiene omega 3 e  lignani che aiutano a prevenire il cancro alla mammella. Al posto del dado classico il Prof. ci consiglia il miso che contiene fermenti attivi che aiutano moltissimo la digestione.

In pratica dovremmo concentrare la nostra spesa sugli alimenti naturali se vogliamo restare in salute assaggiando magari anche quegli alimenti che normalmente non conosciamo e quindi non  compaiono mai sulle nostre tavole come il daikon, una radice che insieme alla carota cucinata sotto forma di zuppa aiuta molto chi soffre di stitichezza.

Se riuscissimo ad orientare la nostra spesa secondo i consigli del Professore ci guadagneremmo in salute e badate bene che questa spesa salutare si può fare anche in un comune supermercato ben fornito.

 

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail