Noodles, cosa sono e come utilizzarli in cucina

I noodles sono di origine asiatica e di forma sono molto simili ai nostri spaghetti. Ma è solo la forma che li fa sembrare spaghetti perchè in realtà i noodles non sono fatti di farina di grano duro, ma di solito sono composti da farine di diverso tipo, per esempio grano saraceno (soba), oppure farina di riso integrale, oppure di fagiolo mungo.

noodles

Sono composti quindi da farina, acqua e uova e vengono preparati come la nostra pasta normale in acqua bollente e di solito vengono saltati con verdure, carne o pesce nel wok.

Quando si cuoce l'acqua bisogna fare attenzione a che bolla prima di buttare i noodles, pena un impasto molle e appiccicoso.

I tempi di cottura variano a seconda del tipo di noodles e quindi di farina di cui sono composti, vi ricordo che il tipo di noodles shirataki è il più leggero. Di solito la cottura varia dai 5 ai 12 minuti.

Bisogna tirar via i noodles appena sono cotti al dente e scolarli subito. Dopo si mettono in una terrina e si condiscono con un filo di olio d'oliva o di sesamo per impedire che si attacchino.

Ma come si possono condire i noodles?
Beh con un condimento a base di burro e parmigiano oppure olio d'oliva, sale e pepe. Ma il meglio i noodles lo danno con un condimento a base di pollo a tocchetti, curry e verdure.

In inverno possono essere cucinati anche in brodo oppure passati in padella quindi fritti e conditi con salsa di soia.

Immagine di food52.com

  • shares
  • Mail