Tiroide: le cure alternative

La tiroide è un organo a forma di farfalla situato alla base del collo. Riveste un'importanza fondamentale perchè regola tutte le funzioni dell'organismo. Pertanto quando la ghiandola non funziona a dovere si avvertono una serie di disturbi oltre ad aumento di peso o dimagrimento eccessivo.

tiroide, le cure alternative

Diverse sono le affezioni della tiroide, le più comuni sono ipotiroidismo, la ghiandola lavora troppo poco e pertanto produce un quantitativo di ormoni insufficiente per garantire il corretto funzionamento dell'organismo, o ipertiroidismo. In questo caso la tiroide lavora troppo producendo più ormoni del necessario.

In entrambi i casi la tiroide va curata adeguatamente, ma come? Di solito il farmaco d'elezione per curare l'ipotiroidismo è l'Eutirox, in pratica un ormone sintetico chiamato levotiroxina o Ft4 che garantirebbe una perfetta sostituzione della ghiandola, soprattutto se questa è stata asportata e quindi in caso di tiroidectomia.

Dico garantirebbe perchè nonostante la medicina di massa preveda la prescrizione di sola levotiroxina, in realtà solo questa non basta a sostituire interamente il lavoro della tiroide. Questo perchè la ghiandola produce anche un'altra serie di ormoni, meno conosciuti dai più, ma ugualmente importanti.

La levotiroxina dovrebbe convertirsi in Ft3 (Liodotironina) nel fegato, e garantire così una simulazione della funzione della ghiandola. In pochi sanno che non sempre avviene questa conversione purtroppo e quindi si finisce con l'assumere solo Ft4 che in realtà serve a ben poco.

Lo dimostra il fatto che moltissime persone affette da patologie tiroidee e in cura con solo Ft4 lamentano quasi tutti gli stessi disturbi, aumento di peso in primis, brain fog (annebbiamento del cervello con scarsa concentrazione), perdita di capelli e stanchezza perenne.

Dietro le lamentele di numerosi pazienti dunque sta finalmente venendo fuori questa sconcertante verità, l'Eutirox da solo non basta sostituire la tiroide e farci sentire bene.

Fino agli anni 60 circa in Italia per la cura dell'ipotiroidismo era disponibile la tiroide secca di maiale. Essendo questa molto simile a quella dell'uomo riusciva a far stare bene tantissime persone in quanto questo estratto contiene tutti gli ormoni che produce la tiroide umana.

La tiroide secca è stata ritirata dal commercio per questioni di brevetto e sostituita con il più lucroso Eutirox (ft4). Oggi la tiroide secca è in vendita solo all'estero e quindi la si trova in Vaticano e a San Marino per esempio. In circolazione c'è un farmaco che contiene ft3 e ft4 (Tiroide Ibsa), non completo dunque, ma sicuramente migliore della sola levotiroxina.

Il problema è che la maggioranza degli endocrinologi italiani, vuoi per pigrizia, vuoi per disinformazione rifiutano di prescrivere la tiroide secca o la Tiroide Ibsa attribuendo i sintomi che i pazienti avvertono allo stress e alle presunte abbuffate a tavola.

Ma in molti si stanno ribellando a questo stato di cose e quindi pare che qualcosa cominci a muoversi anche se i medici favorevoli ai nuovi approcci evolutivi per la cura della tiroide sono veramente pochissimi e privati per giunta. Si stanno diffondendo anche petizioni per richiedere l'aggiornamento professionale degli endocrinologi italiani, anche di quelli della mutua e l'abbandono delle cure obsolete in favore di nuovi approcci terapeutici.

Siamo ancora in alto mare, ma un mano ce la può dare un gruppo su facebook di cui sono admin il Dott. Andrea Luchi, medico endocrinologo e la Sig.ra Franca Leccadito infermiera. Iscrivendovi a questo gruppo potrete avere tantissime informazioni serie e dettagliate per curarvi al meglio e sapere anche quale alimentazione seguire.

Difatti anche nella mia esperienza da tiroidectomizzata nessun medico mi ha spiegato che chi soffre di patologie autoimmuni deve evitare alcuni alimenti a favore di altri, ecco, nel gruppo troverete tutte le info di cui avete bisogno e soprattutto un incoraggiamento a proseguire per la ricerca del vostro benessere.

Ecco il link del gruppo che si chiama Tiroide approccio evolutivo: https://www.facebook.com/groups/965862300097315/?fref=nf

Immagine di http://healthyissues.net/thyroid-cancer-treatment/

  • shares
  • Mail