Tatuaggi estetici per coprire le cicatrici da mastectomia

L'iniziativa P.Ink si propone di mettere in contatto donne che hanno subito l'asportazione di uno o entrambi i seni a causa di un tumore per ingentilire le cicatrici con un tatuaggio.

11019016_833486300033199_4027900322123942101_n

Le donne che hanno sofferto di tumore al seno e sono state sottoposte a mastectomia, ovvero l'asportazione della mammella colpita dal cancro quando non addirittura di entrambi i seni, si trovano spesso in una difficile condizione psicologica di accettazione del proprio corpo, segnato dalle cicatrici della chirurgia.

Ad aiutarle a superare questa fase per reimparare a conoscere ed amare un corpo diverso, ma non per questo meno femminile e affascinante, un gruppo di tatuatori esperti ha lanciato un progetto molto interessante: si chiama P.Ink e si prefigge di realizzare tatuaggi estetici per mascherare le cicatrici da mastectomia in un modo creativo, disegnando tatuaggi che permettano di portare sulla pelle un segno estetico più particolare e più personale di una brutta cicatrice.

La spiegazione data nella descrizione della mission del progetto è molto chiara: chi subisce un'operazione di mastectomia si ritrova a dover convivere con i segni dell'intervento, esteticamente insopportabili. Chi opera nel campo del tatuaggio estetico può essere un valido alleato per ricoprire queste cicatrici in un modo speciale, trasformando un brutto segno in un'opera d'arte personalizzata.

Via | P.Ink, Higher Perspective
Foto | Facebook

  • shares
  • Mail