Come riconoscere i sintomi del ciclo da quelli della gravidanza



Ciclo e gravidanza condividono diversi sintomi e riuscire a capire se si è incinte basandosi solo sui disturbi fisici e psicologici è molto difficile. Infatti gli ormoni causano gli stessi sintomi sia prima della comparsa delle mestruazioni, sia nelle fasi iniziali della gestazione e i fastidi dei primi giorni della gravidanza non sono molto diversi da quelli della sindrome premestruale, quell'insieme di disturbi con cui devono fare i conti molte donne nei giorni precedenti alle mestruazioni.

Nemmeno le nausee mattutine possono essere considerate un'esclusiva della gravidanza. Se, infatti, è vero che si tratta del più classico dei disturbi associati all'inizio della gestazione (ne soffre circa il 90% di chi è incinta), alcune donne lottano con la nausea anche prima della comparsa del ciclo. Non è, quindi, sufficiente basarsi sulla presenza di questo sintomo per distinguere i segnali di una gravidanza da quelli della sindrome premestruale.

ciclo e gravidanza

Sia nel caso del ciclo che in quello della gravidanza i sintomi fisici più comuni sono gonfiori e ritenzione idrica, seno turgido e dolorante, stanchezza, affaticamento e insonnia, acne, mal di schiena, dolori di stomaco e mal di testa. Anche i dolori addominali che possono farsi sentire all'inizio della gravidanza sono difficilmente distinguibili da quelli causati durante il ciclo dall'ovulazione.

Allo stesso modo, l'umore può essere alterato in modo simile in entrambe le situazioni. Causando rapidi sbalzi dello stato emotivo, ansia e depressione, sia il ciclo che la gravidanza possono essere accompagnati da un disagio psicologico che arriva ad influenzare anche l'alimentazione, a tal punto da portare, a volte, a vere e proprie abbuffate.

L'unica vera discriminante è l'assenza delle mestruazioni, ma anche in questo caso possono sorgere dei dubbi. Può capitare, infatti, che al momento dell'impianto dell'embrione si verifichi uno spotting, cioè un leggero sanguinamento. Le donne che non hanno un ciclo regolare potrebbero confondere questo fenomeno con un ciclo molto leggero. Non solo, lo spotting può verificarsi in qualunque momento durante l'intera gravidanza. Queste perdite sono, però, diverse da quelle che si presentano durante il ciclo: sono molto meno abbondanti e hanno un colore rosa o marroncino.

L'unico modo per escludere di essere incinte è, quindi, fare un test. Le scelte sono diverse: acquistare test fai-da-te, chiedere al farmacista o fare vere e proprie analisi del sangue. Per evitare di avere falsi risultati è però meglio aspettare che sia trascorsa almeno una settimana dalla data in cui erano previste le mestruazioni.

Via | My Pregnancy Baby
Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail