Curare l'asma: quali sono i sintomi e le cure

Scritto da: -

L’asma è un’infiammazione delle vie aeree che provoca un’ostruzione temporanea dei bronchi, dando difficoltà a respirare correttamente. Diagnosticare l’asma è meno facile di quanto si creda: spesso i sintomi variano non solo da persona a persona, ma si manifestano in modi e tempi differenti nello stesso individuo.

I sintomi dell’asma più comuni sono:

  • dispnea (difficoltà respiratoria)
  • tosse
  • respiro sibilante


In alcuni casi si può arrivare alla tachicardia e all’attacco di ansia, visto che con il respiro difficoltoso manca il giusto apporto di ossigeno nel sangue. È sempre bene consultare il medico in caso di crisi di asma, perché potrebbe essere necessario un approfondimento per individuarne le cause scatenanti. La maggior parte degli attacchi di asma cronicizza a causa delle sostanze inalate quotidianamente, come ad esempio peli di gatto, acari e polvere: in altri casi, definiti stagionali, l’asma insorge a causa della reazione allergica a sostanze presenti nell’aria, come in primavera con i pollini.

Per l’asma di tipo allergico, come per tutte le allergie, la cura migliore è eliminare gli allergeni che causano la crisi o quantomeno limitarne l’esposizione (ad esempio con gli animali). In questi casi l’unica cura disponibile è la terapia di desensibilizzazione tramite vaccino.

In caso di crisi acuta, il rimedio più classico è l’inalatore (come quello in foto): contiene antistaminici e cortisonici che aiutano a dilatare i bronchi oppressi, aiutando a ritrovare un respiro normale.

Foto | Flickr

Vota l'articolo:
3.43 su 5.00 basato su 7 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Benessereblog.it fa parte del Canale Blogo News ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.