Come curare l'ascesso dentale con rimedi naturali

Scritto da: -

È universalmente riconosciuto come il dolore più fastidioso che si possa provare: il mal di denti piega chiunque lo provi, costringendolo a vagare per casa imprecando a mezza bocca mentre l’altra metà è devastata dal gonfiore. Di sdraiarsi per cercare sollievo nel riposo non se ne parla: stando coricati aumenta il flusso del sangue alla testa e di conseguenza al dente, acuendo il dolore.

Se non ci si vuole imbottire di classici antidolorifici o non si dispone dei rimedi chimico-medici più comuni, per curare l’ascesso dentale in attesa della visita dal dentista esistono alcuni rimedi naturali che aiutano a lenire il dolore e a combattere, in alcuni casi, l’infezione che lo causa.

Vediamoli:

Sale: un granello (grosso) del comune cloruro di sodio poggiato sul dente incriminato ha un’azione antibatterica che aiuta a disinfettare e sfiammare; anche qualche sciacquo localizzato con acqua tiepida e sale+limone può essere di aiuto.

Limone: come il sale, disinfetta e ha un leggero effetto antidolorifico. Si può tagliare una fettina piccola e applicarla sulla gengiva dolorante; va tenuto poco, però, perché l’acido citrico rischia di rovinare lo smalto del dente.

Chiodi di garofano: come già riportato dai colleghi di Gustoblog, i chiodi di garofano non sono soltanto una spezia profumata e aromatizzante; se li possedete in casa, prendetene uno e mettetelo sul dente che duole. È un ottimo anestetico naturale e attenua il dolore con efficacia.

Basilico:  oltre a prepararci il pesto e ad usarlo come arma antietà, preparate un infuso di 3/4 cucchiai di foglie tritate in 100 ml di acqua per fare degli sciacqui localizzati sul dente. È un buon alleato sia per il mal di denti che per le fastidiosissime afte.

Cipolla: non baderete certo all’alito se avete un dente che vi fa vedere le stelle… La cipolla tritata, sia cotta che cruda, è ottima non solo in cucina ma anche per disinfiammare la parte dolente. Si fa un impacco da appoggiare sul dente.

Aglio: non combatte solo gli attacchi dei vampiri.. Sin dall’antichità, il famoso medico Ippocrate lo consigliava come cura per le infezioni e le ferite. Nel caso di un ascesso dentale particolarmente doloroso, basta schiacciare leggermente uno spicchio sbucciato e posizionarlo tra il dente e la guancia per qualche minuto, non di più perché può causare irritazione e “bruciature” della pelle.

Va da sé come questi rimedi siano soltanto dei palliativi in attesa di una visita dentistica accurata e, in caso di dolore forte, assolutamente improrogabile.

Fonte | Ditadifulmine, Mednat, Faidate

Foto | Flickr

Vota l'articolo:
3.90 su 5.00 basato su 20 voti.