Flavonoidi contro lo stress metabolico post-prandiale: così si protegge la salute

Associare a pasti "stressogeni" alimenti o bevande di origine vegetale può aiutare a ridurre la risposta infiammatoria e ossidativa dell'organismo e i danni ad essa associati

Quando si mangia l'organismo aumenta l'attività metabolica e immunitaria, generando il cosiddetto stress metabolico post-prandiale. Per contrastarlo può essere utile associare ai pasti che inducono forte stress metabolico alimenti o bevande di origine vegetale ricchi di flavonoidi. Il suggerimento arriva da Nutrimi, il IX forum di Nutrizione Pratica di Milano, durante il quale Mauro Serafini, esperto del CNR di Roma, ha presentato i risultati di ricerche che suggeriscono la potenziale efficacia di questo approccio.

A far preoccupare dovrebbero essere soprattutto i pasti sbilanciati ad alto contenuto di lipidi o di carboidrati, che scatenano una risposta infiammatoria sistemica che se cronicizzata può promuovere la comparsa dello stato infiammatorio alla base di problemi come malattie cardiovascolari, obesità e cancro.

Flavonoidi stress

Il pasto una tantum può non essere dannoso

ha spiegato Serafini.

La presenza in quel pasto di un alimento che contiene sostanze antiossidanti è fondamentale perché può ridurre l'impatto metabolico negativo.

Solo nuovi studi potranno però accertare l'efficacia preventiva dei flavonoidi.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail