Mirtillo rosso: proprietà, controindicazioni e benefici

Ecco quali sono le proprietà del mirtillo rosso e perché un’integrazione di questo prodotto potrebbe migliorare la vostra salute.

Mirtillo rosso – Il cranberry, o mirtillo rosso (Vaccinium Vitis Idaea), è una pianta sempreverde che produce dei piccoli frutti di colore rosso, rotondi e dal sapore leggermente amarognolo ed aspro. Consumato fresco, in cucina il mirtillo viene impiegato per la realizzazione di piatti dolci e salati. Sotto forma di integratore, viene invece impiegato per il trattamento di diverse condizioni, come le infezioni delle vie urinarie, per via della sua azione diuretica, antisettica e depurativa, che favorisce dunque il benessere delle vie urinarie ed aiuta a combattere, in particolar modo, il batterio Escherichia coli.

Ma il mirtillo rosso non viene impiegato solamente nel trattamento dei disturbi delle vie urinarie.

Questo alleato naturale è infatti utile per prevenire il problema della placca e delle ulcere dello stomaco, e viene impiegato anche per il trattamento di diarrea e stitichezza, per ridurre il rischio di colesterolo e di malattie cardiovascolari, ed anche per combattere i radicali liberi.

Mirtillo rosso

In commercio il mirtillo rosso è disponibile sotto forma di succo, bustine di estratto o macerato glicerico. In linea generale, questo prodotto è ben tollerato dal soggetto, che dovrà però non eccedere nella sua assunzione.

Un eccessivo consumo di tale prodotto potrebbe infatti comportare l'insorgenza di disturbi come diarrea o problemi gastrointestinali. Le persone che soffrono di calcolosi renale dovranno assumere il mirtillo con cautela, mentre coloro che soffrono di ipercistinuria ed iperuricosuria dovranno evitarne l’assunzione.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Dietagrupposanguigno.it, Farmacialamarmora.it

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail