Alimentazione, il colore del tuorlo ci dice se le uova sono sane?

In realtà ci dice più che altro un'altra cosa che interessa più le galline che le hanno deposte

E' da qualche giorno che ne sta parlando chiunque: in base al colore del tuorlo si potrebbe capire quanto le uova siano sane. Cioè quanto possano fare bene alla salute? Ci sembra di capire questo leggendo i titoli che campeggiano qua e là, ma la realtà è un po' diversa. A quanto pare, infatti, più che dirci quanto le uova siano buone da mangiare (in termini di quanto facciano bene alla salute) il colore del loro tuorlo ci dice quanto ha mangiato bene la gallina che le ha deposte.

Cercando di risalire all'origine dell'improvviso interesse dei media nei confronti del colore dei tuorli delle uova ci sembra di essere arrivati a capire che a porsi pubblicamente la domanda (e a dare una risposta) sia stata Marion Nestle, esperta del Dipartimento di Nutrizione, Studi alimentari, e Salute Pubblica della New York University e autrice di diversi libri sull'alimentazione fra cui What to Eat, risalente all'ormai lontano 2007 e al quale fa riferimento chi lo usa per spiegare che non c'è in realtà una gran differenza nutrizionale tra un tuorlo giallo e uno arancione intenso. Secondo Nestle

il colore [del tuorlo dell'uovo] non riflette il valore nutrizionale in nessun modo significativo.

In altre parole, che sai giallo, rosso o arancione, il tuorlo dell'uovo è ugualmente nutriente per chi lo mangia. La differenza, avrebbe invece spiegato Hilary Shallo Thesmar, che all'epoca cui risale la nostra fonte era direttrice del programma di sicurezza alimentare dello statunitense Egg Nutrition Center, dipende da cosa hanno mangiato le galline che le hanno deposte. Quelle libere di scorrazzare alla ricerca di cibo possono infatti finire per mangiare alimenti più ricchi di pigmenti e di conseguenza produrre tuorli dai colori più accesi. I macronutrienti (proteine e grassi, anche il colesterolo) restano però gli stessi. Ciò che può cambiare è il contenuto di alcuni micronutrienti

come

avrebbe spiegato Shallo Thesmar

la vitamina A e/o la luteina.

colore uova

Nestle spiega che il colore del tuorlo è dovuto ai carotenoidi. Fra questi solo alcuni hanno un valore nutrizionale, ad esempio il beta-carotene che viene convertito dal nostro organismo in vitamina A. Tuttavia, un tuorlo dal colore più intenso non inidca per forza la presenza di più beta-carotene, ma di altri carotenoidi che possono avere una funzione antiossidante ma che, sottolinea Nestle,

non sono nutrienti essenziali.

Inutile, quindi, incaponirsi troppo sul colore del tuorlo: i motivi per acquistare uova da galline allevate a terra sarebbe quindi altri. Se volete averne un'idea potete guardare il video in apertura di questo post.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | Chow
Foto | da Flickr di grongar

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: