Endometrite e gravidanza: qual è il legame?

Endometrite e gravidanza, esiste un legame? Ecco cosa dicono gli esperti in merito a problemi che potrebbero insorgere dopo la gravidanza, periodo nel quale le donne sono più a rischio di contrarre questa infezione che colpisce l'endometrio.

Endometrite e gravidanza

L'endometrite è un'infiammazione-infezione dell'endometrio, la mucosa che riveste l'utero: spesso colpisce le donne subito dopo il parto, perché l'apparato genitale femminile in questo momento è più soggetto a infezioni. Ovviamente la patologia può colpire anche le donne che non hanno partorito o le donne in menopausa.

L'endometrite acuta colpisce soprattutto le donne nell'immediato post parto: l'1-3 per cento delle donne che hanno partorito con parto naturale la sviluppa, mentre le donne che hanno dato alla luce il proprio bambino con parto cesareo sono maggiormente a rischio, con percentuali che possono arrivare anche al 40 per cento. L'endometrite cronica, invece, si manifesta in donne che non hanno partorito da poco.

L'infezione dell'endometrio si manifesta con sanguinamento uterino, ma anche dolore al basso ventre, febbre, spotting, dolore durante i rapporti, debolezza generale, mal di testa, gonfiore addominale, perdite uterine, stipsi e tachicardia.

La patologia deve essere trattata il prima possibile e si cura con una terapia antibiotica, per poter sconfiggere e debellare il patogeno esterno che l'ha provocata. Se non curata in tempi brevi, l'infezione può anche arrivare a livello del miometrio, ma in questo caso si parlerà non più di endometrite, ma di endomiometrite.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail