Lo psyllium: benefici e controindicazioni

Lo Psyllium rappresenta un validissimo alleato per il nostro benessere intestinale: ecco come e quando usarlo.

Psyllium, controindicazioni e benefici – Lo psyllium è una forma di fibra estratta dai gusci dei semi della pianta Plantago ovata, e rappresenta senza dubbio un validissimo alleato per il nostro benessere intestinale. Si tratta infatti di un prodotto comunemente usato per favorire i processi intestinali e per combattere problemi comuni come la stitichezza, ma non solo. La ricerca dimostra infatti che lo psyllium regala molti benefici al corpo umano.

Le fibre dello psyllium possono assorbire l'acqua nell’intestino e rendere i movimenti intestinali molto più semplici. Aiutano dunque a promuovere la regolarità e la salute dell'apparato digerente generale.

In linea generale, lo Psyllium è utilizzato per curare la stipsi occasionale e ripristinare la regolarità, ma anche per aiutare ad abbassare i livelli del colesterolo, e migliorare le funzioni del cuore abbassando la pressione sanguigna. Alcune ricerche hanno inoltre suggerito che le fibre dello psyllium possono aiutare a mantenere un sano equilibrio glicemico nei pazienti che soffrono di diabete di tipo 2.

Psyllium Benefici


Questo alleato naturale è disponibile sotto forma di polvere o anche in capsule, granuli, o in forma liquida. Tale rimedio non andrà utilizzato se il soggetto è allergico, o anche in caso di appendicite, difficoltà di deglutizione, stipsi grave, blocco intestinale, o sanguinamento rettale. Prima di assumere lo psyllium sarà necessario consultare il proprio medico curante, poiché alcune condizioni mediche possono interagire con la sua efficacia.

Se durante l’assunzione dello psyllium doveste avvertire sintomi come reazioni allergiche (rash, orticaria, difficoltà di respiro, senso di oppressione al petto, gonfiore alla bocca, al viso, labbra e lingua), dolore al petto, difficoltà di deglutizione, difficoltà di respirazione o vomito, avvertite immediatamente il medico.

Infine, se dopo aver assunto questo rimedio per sette giorni, i sintomi non dovessero migliorare, o se dovessero addirittura peggiorare, consultate il medico.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Healthline.com

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail