Luce pulsata e laser, quale trattamento scegliere per i peli superflui?

I peli superflui possono essere davvero un bel problema. Sono molte le persone che scelgono di ricorrere alla luce pulsata e al laser. Quale scegliere?

La luce pulsata e il laser rientrano in quei trattamenti per la rimozione dei peli superflui definiti definitivi. Ovviamente di definitivo non c’è assolutamente nulla, sono però in grado di rallentare e sfoltire notevole questo spiacevole inestetismo. Che differenza c’è tra luce e laser? Alla base ci sono due meccanismi differenti ma entrambi emettono degli impulsi di luce che vanno a colpire il follicolo pilifero.

laser-luce

Hanno performance molto simili, ne consegue che è difficile stabilire quale sia meglio tra i due. La luce pulsata ad alta intensità (IPL=intense pulsed light) è costituita da un accumulatore energetico e da una speciale lampada, in grado di generare un fascio di luce molto intenso che illumina la zona da trattare. Di solito con questa tecnologia si possono trattare aree più ampie, con maggiore sicurezza. Il laser invece è un raggio di potente energia luminosa che può essere trasferita selettivamente nei tessuti attraverso la cute.

Una cosa è sicura, è importante scegliere la persona giusta cui affidarsi e soprattutto che abbia apparecchiature di qualità. Potrebbe essere un’estetista abilitata o un medico. Se i peli superflui sono davvero tanti conviene prima di tutto fare una chiacchierata con un endocrinologo, magari avete bisogno di seguire una terapia ormonale. Il secondo step è quello di conoscere i rischi e soprattutto scoprire se siete idonei a questo genere di trattamenti, che ovviamente non è privo di rischi.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | Andrea Mezzoli

Foto | Pinterest

  • shares
  • +1
  • Mail