Curare le verruche plantari con i rimedi naturali

Le verruche plantari sono fastidiose lesioni della pelle di origine infettiva che si possono alleviare anche con i rimedi naturali. Vediamo quali sono i più efficaci



Le verruche plantari sono fastidiose e dolorose escrescenze benigne, simili a piccoli noduli duri, che hanno un'origine virale e sono facili alle recidive. Il virus che origina queste neoformazioni fa parte della grande famiglia del Papilloma virus umano (HPV), che si trasmette soprattutto frequentando ambienti umidi e molto affollati in cui si cammina scalzi, come le piscine.

L'HPV può restare latente nel corpo per molto tempo, anche anni, prima di attivarsi e proliferare generando le fastidiose verruche, che si manifestano soprattutto tra le dita dei piedi e sul tallone, e che hanno la caratteristica di diventare sempre più profonde, (sebbene non pericolose per la salute) a causa delle pressione esercitata sulla lesione dal peso del corpo stesso, quindi camminando.

Verruche-plantari

Inoltre le verruche plantari, essendo auto-inoculanti, se non vengono eliminate quando sono isolate, tendono a contagiare porzioni sempre più ampie di pelle e si moltiplicano. Questa è la ragione per cui i medici consigliano di eliminarle da subito, anche se non è affatto un compito facile.

Le cure dermatologiche prevedono sistemi come il courettage, il laser, la crioterapia, ma non sempre sono risolutive. Dal momento che le verruche sono, però, un disturbo tanto fastidioso quanto comune e diffuso fin dall'antichità, la tradizione popolare ha messo a punto tanti metodi per la loro eliminazione, alcuni dei quali quanto mai pittoreschi, folcloristici, a base di litanie, preghiere e riti curiosi da farsi nelle notti di luna. Tuttavia, alcuni semplici rimedi naturali contro le verruche sembrano essere tanto efficaci quanto le cure mediche, vediamone alcuni:


  • Impacchi di aglio e cipolla. Si tratta di sfruttare le virtù antibiotiche e antinfiammatorie di questi bulbi, che vanno usati freschi e schiacciati, ridotti in poltiglia e applicati con una garza sulle lesioni, ma senza toccare in alcun modo la cute sana. L'impacco va tenuto diverse ore al giorno e cambiato ogni giorno fino a riassorbimento totale della verruca
  • Olio essenziale di lavanda. Da usare anche in questo caso solo sulla verruca nella dose di 1-2 gocce al giorno
  • Acido acetilsalicilico: avete presenti le classiche pasticche di vitamina C che sono in vendita come integratore alimentare? Dovete ridurne una in polvere e con poca acqua creare una pastetta da applicare sulla verruca. Un trattamento da ripetere ogni giorno fino a guarigione
  • Succo di limone. Poche gocce pure al giorno
  • Olio essenziale dei melaleuca pura: una goccia al giorno
  • Patate: strofinare sulla lesione una fettina di patata fresca appena sbucciata ogni giorno

Non resta che provare!

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO