Lividi sulle gambe: quali possono essere le cause?

Scritto da: -

I lividi sulle gambe sono causati generalmente da un trauma che causa la rottura dei vasi sanguigni e la conseguente fuoriuscita di sangue nei tessuti. L’organismo, più o meno lentamente, riassorbirà il sangue portando alla guarigione della contusione ed alla scomparsa del livido.

Con l’avanzare dell’età, si diventa sempre più esposti al rischio di lividi perché le pareti dei capillari diventano via via più fragili e suscettibili. La pelle si fa progressivamente più sottile e non è in grado di proteggere i vasi sanguigni sottostanti da urti e traumi.

I lividi alle gambe sono più comuni anche in chi assume farmaci per la fluidificazione del sangue o coagulanti. Il corpo diventa più sensibile alle ecchimosi, il sanguinamento può essere più grave del normale e non è raro veder comparire lividi anche a seguito di traumi e lesioni di lieve entità. Parlate sempre con il vostro medico curante degli effetti collaterali delle terapie farmacologiche e a base di integratori e rimedi erboristici: alcuni possono avere lo stesso effetto dei coagulanti.

Tra le cause dei lividi alle gambe figura anche la trombofilia, un’anomalia della coagulazione del sangue. Il sangue si coagula più facilmente, i coaguli nelle vene delle gambe possono creare lividi e macchie rosse in superficie, accompagnate da gonfiore. La trombofilia può essere ereditaria, causata da una malattia, da periodi di inattività prolungata, da paralisi o interventi chirurgici.

A rendere le gambe più esposte ai lividi sono anche il cancro, le malattie renali, le malattie epatiche, l’avvelenamento e l’emofilia. Dobbiamo preoccuparci e contattare il medico quando le gambe sono ricoperte di lividi e sviluppiamo facilmente contusioni, in associazione ad altri sintomi. Inoltre è bene rivolgersi al medico se notiamo dei lividi sulle gambe senza una ragione apparente, ovvero non ricordiamo di aver urtato qualcosa o di aver subito altri traumi.

Le gambe sono più esposte ai lividi anche in caso di insufficienza di vitamine ed altri nutrienti. L’organismo, in caso di carenze nutrizionali di vitamina C ad esempio, non è in grado di proteggersi e guarire dalle lesioni. In questo caso la soluzione al problema è l’adozione di una dieta equilibrata ricca in vitamine. Concordate con il medico il giusto apporto di nutrienti.

Via | Live Strong
Foto | Flickr

Vota l'articolo:
3.75 su 5.00 basato su 4 voti.