Gengive gonfie e doloranti: cosa fare?

Scritto da: -

disturbi gengivali

Le gengive gonfie e doloranti sono un sintomo comune originato da diverse cause scatenanti, più e meno gravi. Bisogna preoccuparsi ed avvisare il medico quando il disturbo è presente da più di due settimane. Per alleviare il dolore e ridurre il gonfiore dobbiamo risalire alla causa scatenante. Potrebbe trattarsi di gengivite, un’infiammazione causata da una scarsa igiene orale che si sviluppa intorno al colletto del dente. Se non viene curata la gengivite può sfociare in parodontite, una malattia dei tessuti che sostengono il dente, e creare danni anche seri e permanenti a denti e gengive.

La gengivite causa l’arrossamento delle gengive ed un’ipersensibilità dei tessuti gengivali. Quando ci laviamo i denti le gengive tendono a sanguinare facilmente. In questo caso, il dentista interviene eliminando la placca per liberare la bocca dai batteri, decontamina e decongestiona le gengive. Il sollievo è rapido ed immediato.

Le gengive gonfie e doloranti possono dipendere anche da una protesi dentale posizionata in modo non idoneo. Se avvertite dolore alle gengive dopo l’intervento avvisate il dentista: sistemando la protesi il disturbo dovrebbe scomparire.

Altra causa del gonfiore gengivale è una dieta carente in vitamine. Assicuriamoci di consumare frutta e verdura a sufficienza. Non a caso tra le cause delle gengive gonfie e doloranti figura lo scorbuto, provocato da un grave deficit di vitamina C nell’organismo. L’acido ascorbico è fondamentale per la formazione del collagene e della dentina. In questo caso il disturbo scompare intervendo sulla carenza di vitamina C con un’alimentazione equilibrata e l’utilizzo di integratori.

Restando in tema di alimentazione, vanno evitati i cibi troppo zuccherini e gli alcolici. Anche il tabacco può causare disturbi gengivali. L’ennesima buona ragione per smettere di fumare.

igiene orale gengive gonfie

A volte le gengive si gonfiano a causa di prodotti per l’igiene orale troppo aggressivi. Evitiamo temporaneamente l’utilizzo di colluttori ed acquistiamo un dentifricio per gengive sensibili in farmacia. Per placare l’infiammazione esistono dei colluttori specifici.

Se state assumendo farmaci, controllate che tra gli effetti collaterali non figurino disturbi gengivali. In caso affermativo, consultatevi con il medico per valutare un cambio di terapia.

In gravidanza le gengive possono gonfiarsi a causa dei cambiamenti ormonali. Le donne incinte dovrebbero curare scrupolosamente l’igiene della bocca e recarsi almeno ogni tre mesi dal dentista per monitorare la salute orale.

A volte le gengive si gonfiano a causa di un’infezione fungina o virale del cavo orale. In questo caso la soluzione al dolore è il trattamento dell’infezione con la terapia farmacologica più opportuna prescritta dal medico.

In tutti i casi è fondamentale curare l’igiene orale scrupolosamente, utilizzando il filo interdentale ed effettuando una pulizia dei denti almeno ogni 6-8 mesi. Il dentista, in base al singolo caso, può anche consigliare sedute più frequenti.

Via | National Institute of Health; Odontoclinic
Foto | Flickr; SMN

Vota l'articolo:
3.98 su 5.00 basato su 81 voti.  
 
  • nickname Commento numero 1 su Gengive gonfie e doloranti: cosa fare?

    Posted by:

    Il fumo è la più stupida mortale e costosa trappola che l'uomo si sia mai costruito! Smettere di fumare è la più saggia ed intelligente delle decisioni che una persona possa prendere per se stessa e per gli altri, se non sai come farlo vai qui http://www.smettoadesso.it/report-gratuito.html adesso è più facile! Scritto il Date —