Distrofia muscolare: riconoscere i sintomi nei bambini e negli adulti

distrofia muscolare bambini adulti

La distrofia muscolare è una malattia neurodegenerativa che può interessare nelle sue varie forme diversi gruppi muscolari, indebolendoli progressivamente. La debolezza muscolare è una caratteristica comune di tutte le forme di distrofia. A variare è invece la sequenza con cui vengono intaccati i diversi gruppi muscolari e l'età in cui si manifestano i primi sintomi.

In generale, indicazione valida sia per i bambini che per gli adulti, bisogna consultare uno specialista o rivolgersi al proprio medico curante quando si notano segni evidenti di debolezza muscolare che causano goffagine nei movimenti e frequenti cadute.

La forma più comune di distrofia muscolare è la distrofia di Duchenne. Questa variante della malattia rappresenta infatti circa la metà dei casi. Colpisce principalmente i bambini, in percentuale maggiore i maschi. I sintomi solitamente si manifestano quando il bambino inizia a camminare. Tra i sintomi più comuni che devono allarmare e spingere a consultare un medico figurano:


  • frequenti cadute;

  • difficoltà del bambino a rialzarsi da una posizione seduta o distesa;

  • difficoltà a correre ed a saltare;

  • andatura instabile;

  • sviluppo eccessivo dei muscoli del polpaccio.

La distrofia muscolare di Becker, a differenza della distrofia di Duchenne, progredisce più lentamente. I primi sintomi, simili alla distrofia di Duchenne, si manifestano nel corso dell'adolescenza ma prima dei vent'anni ed anche oltre la malattia non si manifesta completamente.

Altre forme di distrofia muscolare colpiscono, come anticipavamo, alcuni gruppi muscolari prima di altri e si riconoscono proprio per questa caratteristica oltre che per l'età, più tardiva, in cui si manifestano i primi sintomi.

La distrofia miotonica, meglio nota come malattia di Steinert, si manifesta da adulti. Si caratterizza per l'incapacità di rilassare i muscoli ed interessa inizialmente i muscoli del viso.

La distrofia dei cingoli colpisce inizialmente i muscoli dell'anca e della spalla. I sintomi possono manifestarsi sia in età adulta che nel corso dell'infanzia. Chi ne soffre incontra spesso difficoltà nel sollevare la parte anteriore del piede.

La distrofia muscolare congenita è presente alla nascita e si manifesta non più tardi dei due anni di età. I sintomi possono progredire lentamente provocando disabilità lievi o diventare sempre più invasivi, compromettendo gravemente la funzionalità muscolare in età adulta.

La distrofia facio-scapolo-omerale si manifesta nel corso dell'adolescenza o da adulti. Si riconosce dalle scapole sporgenti quando si sollevano le braccia.

La distrofia oculofaringea si manifesta da adulti, solitamente i primi sintomi fanno la loro comparsa non prima dei quarant'anni e non oltre i cinquant'anni. Le palpebre si abbassano e si assiste ad un progressivo indebolimento dei muscoli degli occhi, del viso e della gola che si accompagna a difficoltà di deglutizione.

Via | Mayo Clinic
Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail