Acqua in bottiglia, se è calda la salute è a rischio?

L'acqua in bottiglia, se lasciata a riscaldare per diverso tempo, potrebbe creare problemi alla salute?

Avete presente quando, in estate, beviamo la nostra ormai calda bottiglia d'acqua che avevamo lasciato in macchina? Bere quest’acqua potrebbe non fare affatto bene alla salute. A suggerirlo è un nuovo studio pubblicato sulle pagine della rivista Environmental Pollution e condotto dai membri dell'Università di Scienze agrarie della Florida, secondo cui bere acqua calda dalle bottiglie di plastica potrebbe esporci a dei rischi.

Le bottiglie di plastica possono essere fondamentalmente di due tipi: quelle realizzate in polietilene tereftalato (riconoscibili dalla sigla PET), una resina termoplastica che può rilasciare sostanze chimiche come ad esempio antimonio, e quelle che riportano il marchio PC, fatte di policarbonato, che invece possono rilasciare bisfenolo A (BPA), sostanza già nota alle cronache per essere stata messa al bando dai materiali utilizzati per produrre i biberon.

Secondo la Food and Drug Administration, i livelli di tali sostanze normalmente ritrovabili nell'acqua non sono nocivi per la salute, ma le cose cambiano nel caso in cui questi livelli dovessero alzarsi, come potrebbe avvenire se la bottiglia che contiene l’acqua viene esposta ad una fonte di calore.

bottiglia acqua salute

Per chiarire questo dubbio lo studio in questione ha previsto di esporre 16 tipi diversi di marchi d’acqua a una temperatura di 70 gradi Celsius per un periodo di quattro settimane. Dei 16 marchi esaminati durante la ricerca solo uno non ha superato lo standard definito dall’EPA per quanto concerne i livelli di antimonio e BPA. In generale, quindi, la conservazione ad alte temperature non sembra essere un grande problema. Tuttavia, se l'acqua viene scaldata per più di queste quattro settimane i livelli di antimonio e di BPA aumentano. Per questo secondo Lena Ma, responsabile dello studio, conservando l'acqua al caldo abbastanza a lungo potrebbero nascere delle preoccupazioni. I ricercatori consigliano quindi di evitare atteggiamenti pericolosi come lasciare a lungo l'acqua in macchina durante l'estate.

Solo ulteriori ricerche potranno chiarire se altre marche di acqua in bottiglia accumulano elevati livelli di sostanze chimiche quando vengono riscaldate. Inoltre secondo Ma sarebbe utile analizzare anche altre bevande conservate in contenitori in polietilene tereftalato per valutare gli eventuali rischi per la salute, che potrebbero essere ad esempio maggiori quando si tratta di succhi acidi.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Factsonpet.com, Ifas.ufl.edu


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 101 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO