L’aspirina senza effetti collaterali

L’efficacia dell’acido acetilsalicilico l’abbiamo sperimentata tutti, prima o dopo. Ma qualche volta abbiamo fatto i conti anche con gli effetti collaterali dell’aspirina, soprattutto dopo un uso prolungato del farmaco. Sul lungo periodo, infatti, casa problemi allo stomaco. Da una ricerca incrociata seguita dalle università di Parma e Torino arriva la novità.

La nuova aspirina, priva di effetti collaterali, è già stata sperimentata in laboratorio e si serve di alcuni derivati dell’acido acetilsalicilico in grado di impedire che il farmaco si disgreghi nello stomaco. Il responsabile di questa azione è il nitrossiacilico, che impedisce agli acidi presenti nello stomaco di attaccare il farmaco, favorendo dunque un migliore assorbimento.

Inoltre questo derivato rilascia ossido d’azoto, che svolge un’ulteriore attività protettiva sullo stomaco.

Via | Corriere

  • shares
  • +1
  • Mail