Alimentazione e salute, i benefici della frutta secca

Ricca di molecole salutari, la ricerca ha svelato che ha numerose proprietà benefiche, svelando un retroscena inatteso: non fa ingrassare

Noci, pistacchi, mandorle e chi più ne ha più ne metta: la frutta secca si è guadagnata un posto di tutto rispetto nell'alimentazione considerata “sana” dagli esperti di nutrizione dei giorni d'oggi. Se, infatti, fino a non molto tempo fa era considerata troppo calorica per poter essere mangiata tutti i giorni, numerosi studi scientifici hanno ribaltato completamente autorevoli opinioni, facendola entrare di diritto nell'elenco dei cibi salutari.

La prima convinzione ad essere stata smentita è proprio quella secondo cui noci & co. farebbero ingrassare. A dimostrarlo sono stati i ricercatori della Purdue University di West Lafayette (Stati Uniti), che non hanno rilevato nessuna associazione tra il consumo di frutta secca e l'aumento di peso. Certo, come per la maggior parte degli altri cibi non bisogna esagerare con le quantità.

In media una porzione da 28 grammi contiene da 160 a 200 calorie a seconda del tipo di frutta presa in considerazione. Una buona regola da seguire è mangiarne una porzione al giorno. Ma a quanto corrisponde una porzione? Gli studi che ne hanno analizzato i benefici la identificano con 1-2 once (da 28 a 56 grammi), ma gli esperti consigliano di arrivare alle quantità più elevate solo se si è uomini molto attivi. In questo modo sarà possibile sfruttarne tutti gli effetti salutari senza mettere a repentaglio la linea.

I benefici della frutta secca

nocciole benefici

Fra gli effetti salutari della frutta secca sono inclusi l'aiuto al controllo dei livelli di zuccheri del sangue in chi è a rischio di diabete, la capacità di contrastare la resistenza all'insulina e il miglioramento del controllo della glicemia in chi soffre di diabete di tipo 2. Secondo uno studio pubblicato su PLoS One, per raggiungere quest'ultimo scopo sarebbero sufficienti 3 frutti, da scegliere ad esempio fra mandorle, anacardi, noci del Brasile e noci pecan. Ma i benefici non finiscono qui.

Il consumo di frutta secca è stato infatti associato anche al miglioramento della salute del cuore, a una riduzione dei livelli di colesterolo, a un aumento dell'aspettativa di vita e addirittura ad un aiuto nel controllo del peso.

Questi effetti positivi potrebbero essere associati al contenuto in proteine, che aiuterebbero a promuovere il senso di sazietà e a mantenere stabile il livello di zuccheri nel sangue. Anche le fibre della frutta secca aiuterebbero a sentirsi sazi. Non bisogna inoltre dimenticare che si tratta di alimenti costituiti per l'80% da grassi, che in buona parte corrispondono a grassi insaturi “amici” della salute.

Infine, la frutta secca apporta magnesio che aiuta a mantenere il giusto equilibrio elettrolitico nell'organismo, acido folico importante per la salute del cervello, vitamina E utile alla salute cardiovascolare e arginina, che partecipando alla produzione di ossido nitrico partecipa alla vasodilatazione.

L'importanza della varietà

frutta secca salute

Alcune di queste molecole benefiche sono più abbondanti in alcuni tipi di frutta secca che in altri. Le mandorle, ad esempio, sono particolarmente ricche di vitamina E, mentre gli anacardi sono una buona fonte di magnesio. Nei pistacchi, invece, sono ricchi di sostanze utili per la salute degli occhi e le noci sono una buona fonte di omega 3.

Per quanto riguarda, però, proteine, fibre e grassi tutta la frutta secca è molto simile. Non c'è quindi bisogno di preferirne un tipo rispetto a un altro. Piuttosto, mangiarne diverse varietà permette di fare la scorta di tutte le molecole salutari che possono essere presenti al suo interno.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | WebMD

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail