La dieta vegana proteica: le migliori fonti di proteine per vegani

I vegani hanno a disposizione moltissimi cibi di origine vegetale contenenti proteine. Quali sono? Ecco le fonti migliori per una dieta sana e bilanciata.

Seguire una dieta vegana non vuole dire non poter assumere la giusta dose quotidiana di proteine. Semplicemente si dovranno scegliere quelle di origine vegetale scartando quelle di origini animali, come la carne e tutti i suoi derivati, le uova e i latticini. Quali sono le fonti migliori?

arrosto vegan

Sicuramente i prodotti che contengono un elevato ed eccellente apporto proteico sono i cereali e i legumi. Via libera quindi ai fiocchi d’avena, al tofu, al latte di soia, ai fagioli, alle lenticchie, alle fave (crude e anche cotte) e ai ceci, ma anche al Bulgur, un alimento costituito da frumento integrale e grano duro germogliato ed è ricchissimo di fibre, vitamine del gruppo B, fosforo e potassio.

Sono delle ottime fonti anche il seitan e il tempeh, i piselli, la quinoa e gli arachidi. C’è da ricordarsi una cosa, costruendo la vostra dieta vegane. Le proteine contenute in questi cibi, molto spesso sono superiori a quelle di una bistecca, soprattutto in qualità. È ovvio però che non potete mangiare un piatto di pinoli. Come si fa? Dovete imparare a combinare gli alimenti: variate quanto più possibile, sperimentate ricette sempre nuove e abbinate alle fonti proteiche sempre delle verdure e dei carboidrati, per bilanciare meglio l’apporto nutrizionale. Per esempio, un piatto di riso e piselli o di pasta e fagioli sono ricette bilanciate ed eccellenti.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail