Depressione post partum, meno rischi per le donne che allattano al seno

Le neomamme che allattano al seno corrono meno rischi di soffrire di depressione post partum.

Allattare al seno non fa bene solamente alla salute del bambino in termini di salute fisica e di sviluppo cognitivo, ma anche alla salute psicologica della mamma! A sottolinearlo è stata una nuova ricerca condotta dai membri della Cambridge University, della Queen Mary University di Londra e dell'Università di Siviglia in Spagna, su un campione di 14.000 mamme, grazie alla quale sarebbe emerso che le donne che progettano di allattare al seno il proprio bambino, e che riescono nel loro intento, vedono ridursi del 50% il rischio di soffrire di depressione, rischio purtroppo spesso particolarmente elevato dopo la nascita di un bambino.

Secondo gli esperti, pare che l’effetto benefico dell’allattamento al seno per la salute mentale delle neomamme sia dovuto ad una serie di ormoni rilasciati proprio durante questo processo, ormoni che migliorano appunto l'umore della madre.

D’altro canto, dalla ricerca sarebbe però emerso che le future mamme che vorrebbero allattare al seno il proprio bambino, ma che per qualche ragione non riescono a farlo, corrono maggiori rischi di soffrire di depressione dopo il parto, a causa di una forte sensazione di fallimento.

Allattamento al seno

Per questa ragione gli autori dello studio, pubblicato sulla rivista Maternal and Child Health, ritengono che sia quanto mai necessario sostenere psicologicamente le donne che hanno difficoltà nell’allattamento.

“Per coloro che non riescono ad allattare, nonostante i loro sforzi - ha spiegato giustamente la dottoressa Maria Iacovou - vi sono delle conseguenze negative. E queste sono le madri più a rischio, perché subentra una sorta di 'sindrome del fallimento'. Dobbiamo essere solidali con queste donne e comprendere il loro maggiore rischio di depressione, in modo che i loro amici e familiari le possano sostenere”.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | DailyMail

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail