Alcol, l'astinenza rallenta le funzioni del cervello come memoria e apprendimento

Secondo una recente ricerca scientifica, l'astinenza da alcol potrebbe modificare il comportamento del nostro cervello, rallentandone alcune importanti funzioni, come ad esempio quelle legate alla memoria e all'apprendimento.

L'astinenza da alcol può modificare e rallentare alcune funzioni fondamentali del cervello: una recente ricerca scientifica condotta da un team di ricercatori italiani delle Università di Sassari, Cagliari e Palermo, infatti, ha svelato che l'astinenza da alcolici potrebbe provocare un reset emotivo, che andrebbe a modificare e rallentare delle funzioni importanti. Per poterle riattivare l'unica via è quella di assumere ancora alcol, abitudine che a lungo andare può mettere a rischio la nostra salute.

Lo studio, pubblicato sulla rivista PNAS (Proceedings of the national Academy of Sciences of the United States of America), ha scoperto questo meccanismo che sarebbe dovuto alla mancanza di dopamina: in assenza di questa il nostro cervello non è in grado di immagazzinare le informazioni recuperate dall'ambiente che ci circonda.

La scoperta è merito del team italiano capitanato da Marco Diana del Laboratorio di Neuroscienze cognitive 'G. Minardi' del Dipartimento di Chimica e Farmacia dell'Università degli Studi di Sassari e realizzato con Saturnino Spiga ed Enrico Sanna del Dipartimento di Scienze della Vita e dell'Ambiente dell'Università di Cagliari e Carla Cannizzaro dell'Università di Palermo. Il coordinatore commenta così questo particolare meccanismo:

La mancanza di spine dendritiche impedisce la formazione di meccanismi come Long Term Depression mediati dal glutammato che alterano profondamente processi emotivi e “decision making” dell’alcolista

.

Astinenza da alcol

Foto | da Flickr di omnia_mutantur

Via | LaStampa

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail