Il cuscino? Meglio cambiarlo ogni sei mesi

Dormire su guanciali ormai vecchi non aumenta solo i rischi per il collo, ma anche quello di andare incontro a problemi come acne e asma. Ecco come comportarsi

Alimentazione, stress e caldo sono solo alcuni dei fattori spesso incolpati di compromettere un buon sonno. Nell'elenco entrano anche materasso e cuscino, che se non sono abbastanza confortevoli rischiano di far passare lunghe notti insonni. La comodità non deve però essere l'unico fattore a guidare nell'acquisto dei guanciali e anche quando si è trovato il cuscino dei propri sogni bisogna essere pronti a rinunciarvi in nome della salute. Il guanciale, infatti, dovrebbe essere cambiato al meno una volta ogni sei mesi, pena acne, allergie e altri disturbi di salute.

A consigliarlo è Robert Oexman, direttore dello Sleep to Live Institute di Mebane (Stati Uniti), che spiega che dormire su cuscini ormai vecchi equivale a schiacciare il viso contro sporco, sostanze oleose e cellule morte della pelle, un mix fatale che può addirittura favorire la comparsa dell'acne. Lo Sleep Council, organismo fondato dai produttori di materassi britannici per promuovere l'importanza di un buon sonno, appare però meno restrittivo e suggerisce di sostituire i guanciali ogni 2 anni.

cuscino allergie

Per chi non segue questi consigli i rischi sono variabili. Nei cuscini, infatti, possono annidarsi anche gli acari della polvere, con conseguenze del calibro di asma e reazioni allergiche. Come spiega Mark Neustrom, esperto statunitense di allergia e immunologia, capire se alla base di questi disturbi potrebbe esserci proprio un cuscino ormai vecchio non è difficile: se i sintomi dell'allergia alla polvere sono più forti al mattino e durante la notte è probabile che se ne debba incolpare il guanciale. I problemi possono però essere anche di altro tipo. Un cuscino vecchio, infatti, può far venire meno il supporto necessario alla testa e al collo durante la notte, aprendo così la strada a sindromi dolorose anche durante il giorno.

Meglio, quindi, non indugiare: tra i 6 mesi e i 2 anni di età la vita di ogni cuscino, anche di quello senza il quale sembra impossibile poter dormire, giunge al termine. Lo Sleep Council aggiunge anche un consiglio relativo ai piumoni, che invece dovrebbero essere mandati in pensione dopo 5 anni di utilizzo. Quale scusa è migliore della salute per rinnovare la biancheria da letto?

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | Daily Mail

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail