L'alimentazione dell'escursionista: cosa mangiare quando si fa trekking in montagna

Mangiare bene, in modo sano e possibilmente con alimenti energetici e leggeri. Ecco come deve essere impostata l’alimentazione dell’escursionista.

Lo sport necessita di un’alimentazione un po’ più curata e bilanciata, soprattutto se in programma c’ è una gita in montagna. Che cosa mangiare quando si fa trekking? La dieta dell’escursionista deve tenere in considerazione la fatica che si deve affrontare e la quota. È molto importante fare una colazione abbondante, con una dose consistente di zuccheri.

trekking

Per la prima colazione, quindi una tazza di latte o di te con una fetta di torta oppure pane e marmellata. Ai più piccoli è concessa anche la cioccolata che si può spalmare. Ottimo lo yogurt, la frutta e i relativi succhi di frutta. Evitate i cibi troppo pesanti da digerire come gli insaccati, i prodotti in scatola e le merendine confezionate.

Il pranzo deve essere energetico e al tempo stesso leggero. Promosso quindi il panino con la bresaola o del prosciutto magro, ottima anche la mozzarella (no ai formaggi grassi) e le verdure alla griglia. Portatevi della frutta fresca di stagione. La frutta e le barrette di cioccolato (qualche quadratino) sono delle ottime merende a metà mattina e a metà pomeriggio. Inoltre, l’escursionista deve bere. Abbiate quindi sempre acqua a disposizione e poi non è male un termos con del tè caldo. Sono vietati gli alcolici.

La sera, ovviamente, potete tranquillamente concedetevi qualche cosa di più. Un piatto completo a base di carne e carboidrati, uno spezzatino con la polenta, una bella pasta. Fate solo in modo che non ci sia un eccesso di condimenti, perché la digestione non deve essere rallentata e avete bisogno di riposare molto bene.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail