La sudamina nel bambino al mare: quanto dura e come si cura

Il clima caldo umido, il sudore e magari indumenti non traspiranti favoriscono la comparsa della sudamina.

La prima volta che si manifesta la sudamina molti genitori si spaventano, pensano subito a una malattia dei bambini o a un eritema. Il suo nome scientifico è miliaria e si tratta di un’irritazione della pelle provocata da un eccesso di sudore, che nei bimbi piccoli spesso fatica a evaporare, magari perché vestiti troppo o seduti nei passeggini, che in alcuni casi sono simili a forni.

neonato mare

Come si manifesta? Sono dei puntini che vengono nelle zone di maggior sfregamento, quindi alla base della testa, sul collo e sulle spalle. Alcuni bimbi la manifestano in faccia, sulle braccia o all’inguine dove taglia il pannolino. I puntini sono in realtà delle piccole vescicche che possono non dare alcun fastidio. Quando però sono tante e magari si rompono, ovviamente, provocano pizzicore, bruciore e prurito. La sudamina non porta febbre e in linea di massima svanisce in qualche giorno.

Come si cura? Potete applicare una crema lenitiva e si consiglia di lavare il bambino con acqua e amido di mais o un cucchiaio di bicarbonato. Vestitelo poi leggero e fate in modo che la camera da letto sia ben ventilata anche di notte. Se lo avete, usate il condizionatore. Non dovete aver paura, ciò che conta è non impostare mai temperature troppo fredde e inferiori ai 25 gradi.

sudamina

Quando conviene chiamare il medico? Non siete sicuri che sia sudamina, perché è la prima volta, oppure lo sfogo proprio non vuole passare e il bambino si lamenta molto. In questo caso è sempre meglio avere il consulto del pediatra.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto | Pinterest: Ideas; Newborn and

  • shares
  • Mail