Vacanze al sole, la dermatologa avverte: "Prevenite il melanoma"

Anche quando, come quest'anno, il meteo non sorride ai vacanzieri non bisogna abbassare la guardia: il rischio di tumori alla pelle è sempre presente

Pioggia, nuvole e temperature spesso più basse rispetto a quanto ci si aspetterebbe: l'estate 2014 sembra aver assunto precocemente le sembianze di un autunno che minaccia i programmi di chi ha già raggiunto la meta delle sue vacanze e di chi si accinge a partire nelle prossime settimane. Gli esperti, però, avvertono: anche quando le condizioni climatiche non sono delle migliori una volta in spiaggia non bisogna trascurare l'importanza di proteggere la pelle dagli effetti potenzialmente dannosi del sole.

A riportare questi ultimi alla ribalta delle cronache sono i dati diffusi dall’American Cancer Society, secondo cui dagli anni '70 ad oggi negli Stati Uniti l'incidenza del melanoma - forma tumorale la cui comparsa è promossa dall'esposizione alle radiazioni ultraviolette presenti nei raggi del sole - è aumentata del 200%. Non solo, nello stesso periodo negli States questo cancro è diventato il più comune fra i ragazzi di età compresa tra i 15 e i 29 anni.

Fortunatamente in Italia i dati sono meno allarmanti.

La stima, seppur tuttora approssimativa, è di 7000 casi l’anno

spiega Gabriella Fabbrocini, docente di Dermatologia e Venereologia all’Università "Federico II" di Napoli.

Sole

Secondo l'esperta a proteggere la salute della pelle degli Italiani sono sia la nostra "genetica mediterranea" sia ai sempre più avanzati strumenti a disposizione per la diagnosi precoce dei tumori cutanei.

Basti pensare alla dermatoscopia

spiega l'esperta

una tecnica non invasiva diffusa soprattutto da noi italiani.

Tuttavia Fabbrocini ricorda che è sempre importante mantenere alta la guardia.

Si può fare di più, e, a mio parere, le scuole sono i luoghi dove stimolare progetti di prevenzione primaria e uno screening di massa

commenta la dermatologa

Siccome il 90% dei tumori della pelle dipende dall’esposizione al sole, sarebbe inoltre una buona idea approfittare delle tante spiagge che abbiamo in Italia favorendo le campagne di prevenzione e di informazione attraverso gli stabilimenti balneari e le strutture sanitarie nazionali.

Il nostro consiglio è quello di sempre: non trascurare l'importanza dell'uso corretto di un'adeguata protezione solare. Vi ricordiamo, poi, che non sono solo le creme a proteggere la pelle dal sole. Scoprite qui tutti i benefici per la pelle associati alla dieta mediterranea!

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail