La condromatosi sinoviale: cosa fare per alleviare i sintomi

La condromatosi sinoviale è un'affezione delle articolazioni che porta alla formazione di tumori benigni di tessuto osseo. Vediamo i sintomi e le possibili cure

La condromatosi sinoviale (CS), è una malattia delle ossa che colpisce gli adulti, di tipo neoplastico benigno con andamento progressivo dalle cause sconosciute, che produce sintomi dolorosi molto simili a quelli dell'artrosi.

Definita anche osteo-condromatosi sinoviale o condroma intra para-capsulare o, infine, condromatosi articolare, questa patologia comporta la formazione di corpi liberi cartilaginei all'interno della cavità dell'articolazione, ovvero di piccole metastasi di cartilagine che verosimilmente sono originate da un processo infiammatorio cronico in persone che siano geneticamente predisposte.
Condromatosi-sinoviale

La condropatia sinoviale insorge soprattutto tra i 50 e i 60 anni colpendo in egual proporzione uomini e donne, e le articolazioni maggiormente soggette a sviluppare questa forma tumorale benigna sono il ginocchio, l'anca, le spalle e l'articolazione tibio-tarsica (che collega caviglia e piede), mentre è più raro che si manifesti a carico delle piccole articolazioni delle mani e dei piedi.

In genere la CS non è simmetrica, ovvero colpisce solo da un lato del corpo, e i sintomi, come anticipato, sono molto generici, progressivi e simili a quelli di una comune artrosi, con dolore e rigidità articolare perché le formazioni di cartilagine si accumulano negli spazi articolari provocando l'infiammazione dell'articolazione stessa.

La condropatia sinoviale si scopre sempre e solo attraverso esami istologici specifici, più che altro dopo aver escluso altri tipo di patologie infiammatorie osteo-articolari, e la cura è di tipo chirurgico. Per alleviare i sintomi dolorosi si possono assumere comuni farmaci antinfiammatori, ma la soluzione ideale è rappresentata dalla rimozione dei corpi liberi cartilaginei, che appaiono come tanti piccoli "sassolini" che si muovono nella cavità articolare.

La rimozione di solito permette di recuperare la funzionalità articolare di far regredire i sintomi e l'infiammazione, tuttavia, è molto frequente la recidività della condropatia, perché nei soggetti predisposti la formazione dei corpi liberi tende e riproporsi dopo qualche anno dall'intervento.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail