Nutrire la pelle: i benefici della dieta mediterranea

Grazie ai suoi antiossidanti protegge dall'invecchiamento, mentre il basso indice glicemico che la caratterizza difende dall'acne, ma non solo. Ecco perché un regime alimentare improntato alla mediterraneità è amico della pelle

Quando si è adolescenti il problema sono acne e brufoli, più avanti con gli anni si passa alle rughe e ad antiestetiche macchie lasciate in ricordo da esposizioni troppo azzardate al sole: la pelle può essere fonte di preoccupazioni ad ogni età. Per di più come il resto dell'organismo non è esente dal rischio di malattie, tumori inclusi. D'altra parte, proprio come il resto dell'organismo anche la pelle ha un'arma tanto semplice quanto fondamentale per difendere la sua salute: l'alimentazione. Ma qual'è lo stile alimentare più adatto per nutrire la pelle?

Anche da questo punto di vista la dieta mediterranea, già nota ad esempio per i benefici in termini di salute cardiovascolare (per saperne qualcosa in più guardate il video in apertura a questo post), sembra essere un'ottima scelta. Una delle ultime prove dei suoi potenziali benefici in termini di salute della pelle arriva proprio dall'Italia, in particolare dall'Università “La Sapienza” di Roma, dove un gruppo di ricercatori ha scoperto che un'alimentazione basata sui principi della mediterraneità e ricca di alimenti a basso indice glicemico può aiutare a contrastare l'eccesso di sebo che può contribuire all'acne. Ma c'è di più.

Infatti così come l'eccesso di sebo non è l'unico nemico della pelle, allo stesso modo il basso indice glicemico non è l'unica caratteristica della dieta mediterranea che la rende un suo prezioso alleato. Un altro nemico da combattere è lo stress ossidativo, in grado di promuovere i danni alla base della comparsa delle rughe, di alterazioni della pigmentazione della pelle e, almeno in parte, della comparsa di tumori. L'alimentazione può essere una generosa fonte di molecole antiossidanti che aiutano a proteggere la pelle dai danni associati allo stress ossidativo e a ripararli.

Anche da questo punto di vista la dieta mediterranea è un'ottima scelta. Povero di carne rossa e di cibi processati (come i dolci industriali o le bibite zuccherate), questo regime alimentare riduce l'apporto di sostanze che promuovono l'infiammazione, combattendo così l'invecchiamento cutaneo. Inoltre l'olio di oliva, la frutta secca, i legumi e il pesce sono ricchi di acidi grassi salutari. Fra questi, gli omega 3 di cui sono ricchi le noci e alcuni pesci come il salmone sono importanti per contrastare la comparsa della pelle secca. L'olio d'oliva, invece, è ricco di vitamina E, molecola dal forte potere antiossidante.

Più in generale, di antiossidanti sono ricche tutta la frutta e la verdura che costituiscono parte integrante di uno stile alimentare tipicamente mediterraneo. Tra le molecole che possono essere introdotte mangiando in quantità varietà diverse di prodotti dell'orto sono incluse le antocianine, le catechine, la quercetina, la vitamina C e l'acido ellagico, tutte utili nella lotta contro i danni associato allo stress ossidativo.

pelle dieta mediterranea

Non dimentichiamo, infine, che della dieta mediterranea fa parte, anche se in quantità sempre moderate, il vino rosso, fonte del resveratrolo tanto rinomato per le sue proprietà antiossidanti. Il dibattito su quanto sia realmente opportuno includere quel famoso bicchiere di vino a pasto nell'alimentazione quotidiana per proteggere la salute non si è ancora chiuso, ma una cosa sembra certa: contrastare l'ossidazione è uno degli approcci migliori per difendere la salute della pelle e la dieta mediterranea, con o senza quel bicchiere, è un'ottima fonte di antiossidanti.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail