Gravidanza, si può seguire una dieta vegana?

Dieta vegan e gravidanza: ci sono controindicazioni? E si corrono dei rischi nel seguire una dieta vegana mentre si è in dolce attesa?

La dieta vegana è dannosa durante la gravidanza? Questa è senza dubbio una delle domande che si pongono maggiormente le donne che seguono una dieta vegana e che, in vista di un’ipotetica (o accertata) gravidanza, si sentono dire da tutti (troppi medici compresi purtroppo) che mentre si è in dolce attesa bisogna mangiare tutto, compresi carne e pesce, per il bene del bambino. Ebbene, nonostante molti stentino a comprenderlo, in realtà, se lo desidera, una persona vegana può continuare a rimanere tale anche durante la gravidanza.

Mangiare esclusivamente alimenti vegani (quindi evitare tutto ciò che è di origine animale, comprese uova, miele e latticini) non comporterà infatti carenze o problemi né per la futura mamma, né per il bambino. Naturalmente ciò vale a patto che la dieta in questione sia ben formulata e bilanciata, magari modificata in relazione all'aumentato fabbisogno nutrizionale dovuto appunto alla gravidanza.

Personalmente ritengo (per esperienze personali) che il fai da te, quando si parla di nutrizione, non sempre rappresenta l’opzione migliore. Per questa ragione, sia che stiate aspettando un bambino, sia che non siate affatto in dolce attesa né intendete avere bambini tanto presto, il consiglio che vi do è sempre lo stesso: a meno che non abbiate delle conoscenze davvero approfondite sull’argomento, fatevi consigliare da una nutrizionista o da una dietologa esperta in materia, che sappia indicarvi le giuste quantità e gli alimenti migliori da assumere in base alle vostre specifiche esigenze.

Dieta vegan e gravidanza

Fatta questa premessa, aggiungiamo che, secondo gli esperti, diversi disturbi “tipici” della gravidanza potrebbero peraltro essere attenuati proprio grazie a una sana dieta vegan.

Un esempio può essere rappresentato dalle emorroidi e dalla stitichezza, entrambi disturbi che possono essere attenuati proprio in virtù del fatto che una persona vegana assume generalmente grandi quantità di verdure, legumi, cereali integrali e frutta. Altri problemi collegati alla gravidanza che potrebbero essere ridotti grazie a questa dieta sono inoltre il diabete gestazionale, il gonfiore ed l'affaticamento dei reni.

Se la vostra dieta è varia e contiene buone fonti di proteine, ferro, calcio, e di tutte le altre sostanze nutritive importanti non avete dunque nulla di cui preoccuparvi. In determinati casi, esistono inoltre degli appositi integratori (ad esempio quelli di ferro, di vitamina B12, ...), cibi fortificati e così via, quindi ... future mamme vegan, potete dormire sonni tranquilli!

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | GenitoriChannel

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail