I sintomi del leiomioma uterino, le terapie e le possibilità di gravidanza

Quali sono i sintomi del leiomioma uterino, qual è il trattamento e quante sono le possibilità di avere una gravidanza?

Con il termine “leiomioma uterino” si indica generalmente il cosiddetto fibroma dell'utero o fibromioma dell'utero. Si tratta dunque di un tumore benigno che deriva dalla proliferazione di fibrocellule muscolari lisce dell’utero, e che interessano maggiormente le donne durante l’età fertile, fra i 30 e i 40 anni di età. Tali formazioni si sviluppano dalle cellule nella parete dell'utero, e se di piccole dimensioni, solo raramente possono provocare la comparsa di sintomi.

I possibili effetti che il leiomioma uterino potrebbe avere sulla gravidanza e gli effetti potenziali che la gravidanza potrebbe avere su di esso, rappresentano un problema clinico frequente, dal momento che i fibromi sono appunto molto comuni nelle donne in età riproduttiva.

In linea generale, la maggior parte delle donne in dolce attesa che hanno dei fibromi, non presentano complicazioni durante la gravidanza in relazione ad essi. Tuttavia, potrebbe registrarsi un lieve aumento della possibilità di avvertire dolore, di eventuali complicazioni ostetriche quali aborto spontaneo, di parto prematuro, della posizione anomala del feto e del distacco di placenta.

sintomi del leiomioma uterino

I fibromi uterini di grosse dimensioni inoltre, possono provocare dolore, costipazione, maggiore frequenza della minzione, aumento del dolore mestruale e irregolarità del ciclo.

I leiomiomi uterini che non provocano sintomi non necessiteranno di alcun trattamento, purché siano attentamente e periodicamente monitorati. Per quanto riguarda i grandi fibromi uterini invece, generalmente questi richiedono un trattamento, che può andare dall’isteroscopia alla miomectomia, trattamento impiegato per preservare la fertilità della donna e consentirle dunque di avere una gravidanza.

Altri possibili trattamenti comprendono inoltre l'isterectomia, ovvero una "cura" effettivamente reale per i fibromi, che consiste nella rimozione chirurgica dell'utero. Questo trattamento è indicato per le donne con fibromi molto gravi, e per le pazienti che non intendono avere una gravidanza. La terapia farmacologica prevede invece la somministrazione degli analoghi del GnRh, che creano nella donna un effetto simile a quello della menopausa.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Ivf.com, Uptodate.com, Fibromi-uterini.it

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail