Allergie estive, a cosa fare attenzione?

Dalle punture di insetti ai cibi, i consigli degli esperti per partire in tutta sicurezza e non rischiare inconvenienti durante le vacanze. A proposito: occhio anche al prosecco...

L'estate è una stagione bellissima, ma per molte persone il rischio di allergie diventa ancora più alto: complice il relax maggiore e un contatto più stretto con la natura, possono essere diverse le insidie che si annidano in qualcosa da mangiare o nella visita ad un bosco, come ad esempio scoprire di essere allergici ad un alimento o alla puntura di un insetto.

La SIAAC, Società Italiana di Allergologia, Asma ed Immunologia Clinica, ha svelato quali sono le allergie estive cui si è maggiormente esposti durante la stagione calda: dal punto di vista alimentare, a dare maggiori reazioni allergiche sono innanzitutto i frutti di mare o il pesce crudo, che può capitare di mangiare a cuor leggero durante un pasto con gli amici. Bisogna fare molta attenzione, soprattutto perché il pesce crudo potrebbe essere contaminato con l'Anisakis e diventare estremamente pericoloso. Meglio accertarsi che sia stato preparato correttamente oppure, in caso non ci si fidi, preferire il consumo di pesce previa cottura; per i frutti di mare la reazione allergica è sempre dietro l'angolo, quindi se pensate di essere sensibili evitate di consumarli e optate per altre prelibatezze culinarie.

2335461277_5cca6b4e3d_z

Anche la frutta esotica come mango, papaya, kiwi, ananas e avocado può esporre a reazioni allergiche, così come la frutta con i noccioli come pesce, albicocche e ciliegie. Triste posto d'onore spetta al prosecco, bevanda alcolica favorita durante l'aperitivo perché leggero e con le bollicine: come molti vini bianchi il prosecco è addizionato in solfiti, che possono provocare spiacevoli reazioni allergiche come asma bronchiale o reazioni cutanee.

Da non sottovalutare, poi, le sempreverdi allergie alle punture di insetto, in particolar modo a quelle di imenotteri quali api, vespe e calabroni nei quali è facile incappare trascorrendo molto più tempo all'aria aperta.

Il consiglio a cosa fare attenzione dato degli esperti è sempre valido: nei medicinali che portiamo in vacanza non va dimenticato il kit di emergenza con l’adrenalina autoiniettabile, soprattutto se siete o pensate di essere soggetti a rischio, e va sempre tenuto con sé per evitare spiacevoli situazioni. Il consiglio per gli asmatici, invece, prevede di avere sempre a disposizione il broncodilatatore abituale, in modo da intervenire tempestivamente in caso di attacco.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail