I sintomi della distrofia dei coni e dei bastoncelli, le cause e la terapia

La distrofia dei coni e dei bastoncelli è una distrofia retinica ereditaria che appartiene alle retiniti pigmentose: ecco come si manifesta e come si cura.

distrofia dei coni e dei bastoncelli

La distrofia dei coni e dei bastoncelli è un particolare tipo di patologia a carico della retina, che appartiene al gruppo delle . Solitamente è una patologia che si manifesta prima dei 20 anni, anche se non mancano casi in cui la malattia appare molto più in là nel tempo. La distrofia dei coni e dei bastoncelli si presenta all'inizio con un abbassamento della visione e man mano progredisce in maniera diversa da paziente a paziente.

La distrofia dei coni e dei bastoncelli, che colpisce maggiormente i primi rispetto i secondi, si presenta con un abbassamento della vista, legato ad una visione meno nitida, con perdita del campo visivo centrale. Non sono rari anche casi di strabismo e tremore del bulbo oculare, oltre ad una difficoltà a vedere al buio o quando la luce cambia. La vista diminuisce in caso di illuminazione molto forte e si possono anche avere dei problemi nella visione dei colori.

La distrofia dei coni e dei bastoncelli è una malattia ereditaria a decorso lento, provocata dalla mutazione di alcuni geni. Per poterla diagnosticare spesso non basta la semplice visita, dal momento che all'inizio i sintomi sono scarsamente riconoscibile. E' più utile ricorrere ad un elettroretinogramma o ERG, un esame specifico per poter verificare lo stato di salute della retina. Solamente con questo esame si può arrivare ad una diagnosi certa.

Come si cura? Il medico potrebbe consigliarvi di seguire uno stile di vita sano e magari di utilizzare degli occhiali con lenti protettive, con filtri che siano in grado di proteggere gli occhi dai raggi nocivi del sole e anche dall luce blu. Si possono usare anche lenti in grado di ingrandire la visione: si tratta di strumenti utili per trattare i sintomi e rallentare il decorso di una malattia per la quale non è disponibile ancora una cura definitiva. Nelle fase avanzata possono essere necessarie delle protesi retiniche.

Foto | da Flickr di sciain

Via | Retina

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • +1
  • Mail